eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Maltempo Sicilia lunedì 28 ottobre 2019


Sicilia, campagne sommerse e serre divelte

Il maltempo torna a flagellare il Sud-est della Sicilia: nella notte tra venerdì e sabato scorso forti precipitazioni e venti hanno colpito duro al confine tra le province di Ragusa e Siracusa. Nei comuni di Ispica, Modica, Pozzallo e Noto - aree dove l'orticoltura è particolarmente sviluppata - si sono registrati i maggiori danni: campagne sommerse dall'acqua e serre divelte.



Anche in provincia di Catania i problemi non sono mancati. "Esattamente come l'anno scorso nella stessa zona, quella di Sigonella. E' vergognoso che a distanza di pochi mesi gli agricoltori debbano vivere la stessa angosciosa disgrazia". E' il commento di Andrea Passanisi, presidente della Coldiretti di Catania e produttore di frutta tropicale, in merito all'allargamento di una delle zone più fertili della Piana come Lentini, Palagonia e Ramacca.



Una notte da incubo per i produttori siciliani, come ha testimoniato alla stampa locale l'orticoltore Sebastiano Cinnirella: i suoi pomodori datterini sono stati spazzati via dall'acqua. “Oltre i danni alle strutture - ha raccontato Cinnirella - l’acqua ha distrutto le piante. Tra due settimane il raccolto sarebbe stato pronto, e per la mia famiglia significava tanto economicamente. Ho avuto un danno di produzione di almeno ventimila euro. Un disastro, una situazione che per le nostre famiglie diventa drammatica”.



Sabato il governatore della Sicilia, Nello Musumeci e l’assessore all’Agricoltura, Edy Bandiera hanno effettuato un sopralluogo nel Sudest travolto dal maltempo. Bandiera ha annunciato l’avvio dell’iter per lo stato di calamità. “Abbiamo avviato da subito tutte le procedure per ottenere dal ministero la declaratoria dello stato di calamità - ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura - ma prima è fondamentale conoscere l’entità del danno. I tecnici degli ispettorati di Siracusa e Ragusa sono sul campo e stanno raccogliendo dati sulla perimetrazione e i numeri del disastro. Stiamo facendo il punto della situazione per predisporre gli interventi più urgenti per mitigare i danni enormi che un ampio territorio ha subito”.

Copyright 2019 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: