eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 22 novembre 2019


Grossisti, le azioni da intraprendere per lo sviluppo

Lo scorso 24 ottobre in occasione della fiera Fruit Attraction si è svolto un incontro tra i grossisti ortofrutticoli europei sui prossimi sviluppi relativi al Manifesto degli operatori grossisti ortofrutticoli europei. All’incontro hanno partecipato Fedagro, l’assocazione dei grosssiti spagnoli Coemfe, l’organizzazione dei francesi, Uncgfl e Freshfel, l’associazione che rappresenta tutta la filiera dei prodotti ortofrutticoli freschi in Europa. Durante il meeting sono stati definiti alcuni points of action condivisi dalla categoria con l’obiettivo di consolidare il valore dei Mercati all’ingrosso per il sistema distributivo dell’agri-food europeo e valorizzare le attività delle imprese del settore. Di seguito i punti:

Manifesto dei grossisti ortofrutticoli europei
Il documento continua a rappresentare un testo di guida per il gruppo di lavoro e per gli sviluppi futuri sulla base delle azioni individuate nell’ultimo incontro. Il Manifesto continua quindi ad indicare la via da seguire per dibattere sulle tematiche e raggiungere i risultati fissati per il comparto con le amministrazioni nazionali e con le istituzioni dell’Ue.

Infografiche
Per avere una visione d'insieme migliore del valore del commercio all'ingrosso saranno preparate delle infografiche sui dati chiave del settore e sull’ingrosso ortofrutticolo come ad esempio il volume di frutta e verdura che circola nei Mercati all’ingrosso. Questo permetterà di guardare al comparto in una prospettiva più completa e di evidenziare il ruolo centrale svolto dalle aziende nella valorizzazione dei prodotti, nella fornitura dei prodotti locali e stagionali, nella filiera corta per la distribuzione urbana e nell’offerta di una vasta e differenziata gamma di prodotti freschi.

Logistica e trasporti
Nell’ottica del "Green Deal" della nuova Commissione europea, è necessario iniziare a parlare di distribuzione sostenibile anche nei Mercati all’ingrosso attraverso, ad esempio, l’utilizzo delle reti ferroviarie per il traporto delle merci che siano collegate ai mercati per il loro ruolo intrinseco di hub logistici. Bisogna considerare una fornitura green intelligente sia verso l’esterno sia all’interno di queste realtà come l’uso di veicoli elettrici a ridotte emissioni di CO2 per migliorare il sistema nonché l’ambiente. Sebbene i grossisti, almeno non tutti, non siano direttamente responsabili del trasporto dai fornitori e ai clienti, gli operatori dovrebbero far parte di un moderno processo di distribuzione “verde” che connetta i Mercati direttamente ai cittadini attraverso una breve rete di distribuzione. Per questo una guida sulle migliori pratiche per l’ultimo miglio renderebbe i Mercati attori innovativi e sostenibili con la funzione di veri e propri hub logistici per le città.

Imballaggi 
Nell’ottica di una rivoluzione green del settore distributivo europeo è importante agire anche sul confezionamento e sul packaging attraverso l’utilizzo di materiale riciclato o sfruttando le nuove tecnologie per utilizzare nuovi materiali sostenibili

Orario di lavoro
Il passaggio dall’orario notturno al diurno rappresenta una sfida non solo per attrarre giovani talenti e donne nel settore, ma anche per ridurre i costi extra legati al lavoro di notte a carico delle imprese. Sono pochi i Mercati che operano di giorno, ma ad oggi offrono una maggiore attrattività sotto diversi punti di vista e per questo Freshfel si occuperà di preparare un rapporto di valutazione dai mercati di Barcellona e Roma, i quali operano di giorno, per condividere le esperienze e continuare il dibattito. Il passaggio al diurno è un obiettivo problematico da raggiungere e di lungo termine, ma continua a rappresentare un’aspirazione da raggiungere per tutte le realtà all’ingrosso così da analizzare i pro e i contro attraverso un’analisi Swot.

Marchi di qualità
Francia e Italia hanno già elaborato i propri marchi di qualità per i grossisti. In Francia Uncgfl fa parte dell'iniziativa della catena di approvvigionamento Fel Partenariat sulla qualità dei prodotti alimentari e di Fel Excellence, che è specifico per i servizi di qualità aziendale all'ingrosso. In Italia invece è presente il sistema di certificazione Qualità&Sicurezza.Le Città del Fresco per i Mercati e per i grossisti. Questi marchi saranno messi a disposizione del gruppo di lavoro per studiare i criteri ed i principi alla loro base e colmare così le lacune dei sistemi nazionali con l’obiettivo di accrescere il valore di tali funzionamenti e mettere in evidenza la qualità e la fiducia dei prodotti commercializzati dagli operatori.

Sviluppo del segmento food service
Oltre alle attività più strettamente legate alla professione degli operatori grossisti, è importante ragionare anche sulle tendenze e gli sviluppi del settore dei servizi alimentari in Europa attraverso un dialogo con l’associazione europea Food Services Europe. Per questo si svolgerà un aggiornamento dell'analisi Swot di Freshfel sui grossisti che lavorano con il settore dei servizi alimentari per catturare al meglio le specifiche di un comparto in crescita che è quello dei consumi fuori casa. 

Studio sulla logistica e sul commercio all'ingrosso nell'UE a 27
All'inizio del 2019 la Dg Grow ha incaricato un consulente di redigere un rapporto sul commercio all'ingrosso e la logistica, che è stato pubblicato nell’estate 2019. Tale report si concentra principalmente sulle attività all'ingrosso come intermediari per la logistica e la distribuzione di parti industriali tra produttori e rivenditori, mentre non ha tenuto conto delle specificità delle attività di commercio all'ingrosso dei prodotti agricoli ed in particolare dei prodotti deperibili come la frutta e verdura. Per questo motivo le associazioni di categoria e Freshfel si occuperanno di incontrare la Dg Grow per chiarire questi aspetti ed integrare così il documento.

Fonte: Ufficio stampa Fedagro 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: