eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

mercoledì 27 novembre 2019


Kokò Fruit, sottotono il mercato delle Navel

"Le arance Navel sono belle e saporite, ma le vendite di questo agrume, purtroppo, finora sono state un po' fiacche. Speriamo quindi che il mese di dicembre possa regalarci qualche soddisfazione in più". Le parole sono di Carmela Rochira, amministratrice della Kokò Fruit, azienda grossista che dal 2015 opera con un posteggio all'interno del Mercato ortofrutticolo all'ingrosso di Brindisi, situato nella zona industriale di Francavilla Fontana. 

Da diversi anni Kokò Fruit sottoscrive contratti di acquisto con coltivatori specialisti di arance di Scanzano Jonico (Basilicata) e Palagiano (Puglia). "Noi compriamo i frutti pendenti sulle piante - precisa Rochira - Le nostre raccoglitrici effettuano gli stacchi e poi, attraverso il nostro stand, proponiamo le Navel a dettaglianti, altri operatori e catene di supermercati locali".



"La Navel è l'articolo che movimentiamo maggiormente in queste settimane. A novembre, come già detto, gli scambi sono stati sottotono, nonostante l'elevata qualità sia visiva che gustativa del raccolto. A livello di prezzi stiamo spuntando solo 0,70 euro il chilo. Mi auguro che dicembre possa essere un mese più attivo".

Per il momento, la società brindisina ha preferito non acquistare frutti pendenti di clementine in considerazione degli alti prezzi dell'annata, dovuti alla scarsa produzione dell'arco jonico. 
"Presso il nostro stand - prosegue l'amministratrice - si può trovare di tutto: dalle mele alle pere, dalla frutta secca alle olive da tavola, dai legumi ai kaki". Kokò Fruit, tra l'altro, ha appena terminato la campagna delle susine Angeleno, raggiungendo risultati tutto sommato positivi. Questo frutto è stato acquistato a 80-85 centesimi di euro e venduto a 1,1-1,2 euro il chilo. 



“Crediamo fortemente nel futuro della nostra categoria - conclude Rochira - Noi grossisti, oggi, dobbiamo cercare di aprirci al consumatore sperimentando anche nuove strade e modalità di vendita. Ecco perché stiamo sviluppando il sito di e-commerce www.kokofruit.it, una piattaforma dove chiunque potrà comprare i nostri prodotti ortofrutticoli ed averli a casa entro 24 ore dall’ordine. Il reso è gratuito. Così cerchiamo di andare incontro alle esigenze del consumatore di oggi che ha sempre meno tempo libero da dedicare agli acquisti”.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: