eventi
IPM ESSEN 2020
Essen (Germania)
28-31 Gennaio 2020
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
FRESKON 2020
Salonicco (Grecia)
2-4 Aprile 2020

MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 29 novembre 2019


Arance bionde siciliane, bellezza e gusto in un colpo solo

Sono arrivate a piena maturazione le arance Navel biologiche che l'Op Cooperativa Agricoltori Ionici (Cai) coltiva su quasi 200 ettari, specialmente nella zona di San Paolo di Noto, in provincia di Siracusa. "Il prodotto sta presentando un bel colore e una concentrazione di succo molto elevata, superiore al 50%, oltre a un grado di concentrazione zuccherina pari a 12,5", spiega a Italiafruit News Salvatore Scarcella, presidente dell'Op siciliana.

La Cai quest'anno prevede di gestire una raccolta di Navel bio leggermente inferiore alla scorsa campagna (-5%). Le pezzature sono mediamente sostenute, visto che l'azienda dispone di una quota prevalente di calibri 4 e 5. "Con la raccolta di questa varietà andremo avanti sino al mese di febbraio - aggiunge il presidente - Il mercato è partito bene, con una buona richiesta iniziale tra la fine ottobre e l'inizio di novembre. Poi si è un po' calmato". Forse c'è bisogno di un clima più freddo per stimolare i consumi in tutta Europa.



L'Op commercializza le Navel sul mercato europeo ed esporta la metà dei volumi: "La Germania è il principale mercato di destino, ma siamo presenti anche in Austria, Croazia, Francia e altri Paesi - aggiunge Scarcella - Per il prosieguo della stagione ci aspettiamo che la Gdo europea possa dare più spazio alle Navel bio italiane, dando quindi meno importanza ai prodotti dei concorrenti spagnoli e greci". 

La qualità dei frutti siciliani, come già detto, è molto elevata e il prodotto è disponibile in ampie quantità e confezionato in rete da un chilo o in cassetta di cartone. Oltre alle Navel, Cai coltiva - sempre con metodi di produzione bio - anche le arance Tarocco, Moro, Valencia e Ovale. "La raccolta del Tarocco dovrebbe entrare nel vivo nella seconda parte dicembre. Ancora è presto per indicare una data esatta: tutto dipenderà dal freddo, fattore determinante per favorire la naturale pigmentazione del frutto", conclude. 



Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: