eventi
IPM ESSEN 2020
Essen (Germania)
28-31 Gennaio 2020
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
FRESKON 2020
Salonicco (Grecia)
2-4 Aprile 2020

MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 10 dicembre 2019


Talentine e Crock4all, le nuove varietà di Campania Patate

Ascolto del mercato e grande attenzione alla destinazione d’uso. Sono i valori fondanti su cui si muove il lavoro dell'Organizzazione di produttori Campania Patate, orientato ad offrire sempre al consumatore la varietà di patate rispondente alle sue esigenze.
Dopo sette anni di ricerche, che hanno già portato alla creazione delle patate fresche da friggere Crisps4all, oggi l’Op continua a innovare proponendo due nuove varietà di tubero a marchio registrato: si tratta delle Talentine, ideali per le insalate o per una cottura al forno e le Crock4all, studiate per essere trasformate in crocchè oppure in gnocchi.
“Siamo voluti andare oltre alle patate tradizionali - spiegano il presidente Giuseppe D’Aniello e il responsabile commerciale Antonio Galeota - e per farlo ci siamo confrontati direttamente con i consumatori e non solo con gli operatori, come avviene solitamente. Abbiamo deciso di diversificare le varietà e, dopo le Crisps4all, la nostra avventura è continuata con le Talentine e le Crock4all”.

Le nuove arrivate


Talentine in confezione da 1,5 kg

Entrando nei dettagli, le Talentine sono patate a pasta soda di tipologia A, il cui calibro è leggermente più piccolo proprio per consentire una cottura anticipata. “Queste patate hanno una buccia talmente sottile che potrebbe essere tranquillamente consumata, anche se in Italia questo avviene di rado - commenta il presidente - Sono già molto apprezzate e le distribuiamo in box di cartone da 1,5 kg nella grande distribuzione e da 5 kg per l’Horeca (foto in apertura). La confezione è veramente accattivante e l’abbiamo realizzata in collaborazione con Conad”. 

Le Crock4all, invece, sono patate rosse a pasta gialla di tipologia B, con un residuo secco molto alto. “Anche queste vengono vendute in confezioni di cartone da 12 kg per l’Horeca mentre non hanno confezioni per la grande distribuzione. Prima di noi le patate erano vendute solo in sacchi, da quanto abbiamo introdotto il cartone ci hanno copiato in molti: questo materiale infatti è più facile da utilizzare e anche da smaltire”.


Crock4all in confezione da 12 Kg

Campania Patate in numeri
Campania Patate è una Op composta da 50 produttori campani distribuiti tra Salerno, Napoli e Caserta per un totale di 50 ettari coltivati, oltre a produttori abruzzesi e calabresi. A questi si aggiungono 20 ettari in Veneto tra Montagnana e Padova e 40 ettari coltivati in territorio francese.
“Le nostre varietà Crisps4all, Crock4all e Talentine nascono da seme olandese – illustra D’Aniello – che ci viene fornito dall’azienda sementiera olandese Hzcp e che noi coltiviamo. Una volta terminata la disponibilità del prodotto italiano, iniziamo ad usufruire di quello francese: in questo caso le patate arrivano in Italia già pronte per l’utilizzo e noi ci occupiamo solo del confezionamento. I nostri prodotti sono destinati alla grande distribuzione oppure alle industrie che si occupano della loro trasformazione”.

Precursori di novità varietali
“Partiamo dal presupposto che il consumatore non conosce le varietà – commenta Galeota – per questo motivo ci siamo affidati ad un’agenzia che ha operato per noi diverse ricerche di mercato. In questo modo abbiamo capito le esigenze del consumatore, offrendogli un’opportunità di acquisto certo per la singola destinazione d’uso. Allo stesso tempo, è necessario migliorare la formazione degli operatori del settore ortofrutta perché un incremento degli acquisti passa anche dalle loro competenze. E dopo il successo di Crisps4all, le nostre ricerche continuano per essere sempre all’altezza dei nostri clienti”.




L’entrata nel gruppo Metro e progetti futuri
“Dobbiamo ringraziare i nostri consumatori se siamo entrati in Metro – sostengono D’Aniello e Galeota  – erano proprio loro a cercare i nostri prodotti nei punti vendita e ad aver influito così sulle scelte del distributore. Le loro richieste sono arrivate e Metro che ci ha contattato sei mesi fa e adesso è iniziata la nostra collaborazione, che ci permette di essere distribuiti in tutta Italia. Da parte nostra, ci impegniamo a proporre la nostra progettualità e ad offrire un prodotto costante durante tutto l’arco dell’anno”.
La ricerca varietale continuerà a caratterizzare il vostro lavoro? “Per il momento non abbiamo intenzione di introdurre nuove varietà – concludono – quanto piuttosto di consolidare i nostri risultati sul food service. Ma per il futuro non mancano altri progetti: sicuramente inizieremo ad orientarci al biologico e poi investiremo sulla comunicazione delle nuove varietà, con siti e pagine social dedicate”.

Copyright 2019 Italiafruit News


di Alice Magnani

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: