eventi
FRESKON 2020
Salonicco (Grecia)
2-4 Aprile 2020

MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
CIBUS
Parma 
11-14 Maggio 2020  
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 19 dicembre 2019


Tromba d’aria, serre ko nella piana di Fondi

Gravi danni alle serre agricole ha causato una tromba d'aria abbattutasi venerdì scorso sulla piana di Fondi, nel Lazio. Il forte vento ha soffiato su tutto il territorio ma è stato particolarmente violento nei comuni di Fondi, Sperlonga e Terracina, dove numerosi impianti sono stati scoperchiati.

"A Fondi, nella frazione di San Raffaele, alcuni dei nostri soci hanno subito danni molto ingenti, con la piegatura delle strutture in ferro per la coltivazione delle insalate. I produttori hanno dovuto rimuovere gli archi con le macchine scavatrici (video sottostante, ndr), oltre ad avere perso completamente i loro raccolti", conferma a Italiafruit News Silvestro Ferro, responsabile commerciale della Copla, Organizzazione di produttori aderente all'Aop Csc Lazio. 


"Ora ci vorranno diversi mesi per costruire i nuovi impianti serricoli. Fortunatamente buona parte degli associati, ma non tutti, erano coperti da assicurazioni".

Il fenomeno eccezionale ha colpito in un momento non proprio favorevole. Perchè nel Lazio, come in altre regioni d'Italia, già da due mesi si registrano condizioni climatiche avverse con poca luce, molta pioggia e tassi di umidità elevati.




"Alcune produzioni in serra, nelle scorse settimane, sono finite sott'acqua per effetto della pioggia battente - prosegue Silvestro Ferro - Ad oggi riscontriamo una qualità visiva mediocre per le insalate, ma in fase di miglioramento grazie al timido sole spuntato nei giorni scorsi".

"Le insalate sono la produzione di punta del momento - conclude - Nella piana si stanno raccogliendo ancora zucchine e pomodori, ma in quantità scarsissime. Dovremmo cominciare a disporre di maggiori volumi di zucchine sia scure che col fiore a partire da metà gennaio, come conseguenza dell’allungamento delle giornate”.



Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: