eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
SIMPOSIO MONDIALE DELLE CAROTE
York (Regno Unito)
4-7 Ottobre 2021 

leggi tutto

mercoledì 8 gennaio 2020


Cotti e venduti in strada, sequestrati 280 chili di carciofi

Già iniziati a ridosso del Capodanno, continuano i controlli dei Carabinieri di Napoli per contrastare la vendita illegale di alimenti.
Nell'ultima settimana le attività si sono concentrate ad Arzano, dove sono stati sequestrati 280 chili di carciofi cotti e venduti per strada, in condizioni igieniche "critiche" e pericolose per la salute degli ignari acquirenti.
L'operazione dei Carabinieri si è svolta in massima parte tra la rotonda di Arzano e via Atellana: molti ortaggi erano sporchi e riversati per terra, in condizioni igieniche tutt'altro che ottimali, altri erano stati messi in tinozze piene d'acqua affinché si ammorbidissero, ma anche in questo caso le condizioni igieniche erano praticamente precarie.

Anche i bracieri su cui gli ambulanti cuocevano gli ortaggi sono risultati essere sporchi e non omologati dalla normativa sanitaria. Tutti i carciofi erano anche privi di etichettatura e tracciabilità: molto spesso, infatti, vengono nascosti nei terreni vicini ai luoghi in cui sono venduti, e vengono cotti quando sono ancora sporchi di terra, e addirittura attaccati dalla muffa. Tutte condizioni che non sono certamente "ottimali" per i consumatori, che poi acquistano il prodotto ignari dei pericoli che esso nasconde. Quattro gli ambulanti sorpresi dalle forze dell'ordine: sono stati tutti denunciati per violazione delle norme sulla vendita degli animali, mentre i quasi trecento chili di carciofi sequestrati sono stati distrutti dalla ditta di smaltimento rifiuti comunale perché pericolosi per la salute.

Fonte: Napoli.fanpage.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: