eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

mercoledì 5 febbraio 2020


Grecia, non solo kiwi

Grecia, non solo kiwi. Il Paese ellenico ha un saldo commerciale positivo sia per la frutta che per la verdure; ma se il valore delle esportazioni di frutta ha recentemente recuperato dopo il forte calo del 2017, le vendite all’estero di verdure sono in calo da anni. E’ quanto emerge dall’European Statistics Handbook 2020 realizzato da Messe Berlino in collaborazione con Fruitnet in occasione di Fruit Logistica.


Arance, angurie, kiwi, pesche, mele, uva, nettarine, fragole, cetrioli e pomodori sono, nell'ordine, i prodotti più esportati dalla Grecia 

A lasciare il Paese è il 40% circa della produzione di frutta “contro” l'8% circa del raccolto di ortaggi. Arance, angurie, kiwi e pesche i prodotti più importanti per la prima voce; cetrioli, pomodori e peperoni quelli per la seconda. Principali destinazioni sono Romania e Bulgaria, seguite da Germania e Polonia. Anche l’Italia compare nella lista dei “clienti” per i prodotti frutticoli. Sul fronte import, il dato greco è modesto sia per le condizioni economiche generali della popolazione, sia perché il clima permette di coltivare quasi tutti i tipi di frutta e di verdure.


L'Italia nel 2018 è stata la quinta destinazione della frutta greca con 69mila tonnellate 

La produzione di frutta è più importante della verdura, con quest’ultima che fino al 2018 è diminuita costantemente. I dati preliminari per il 2019, tuttavia, suggeriscono
che questa tendenza finirà: il raccolto orticolo, infatti, è tornato a crescere. In ripresa soprattutto la cipolla, reduce da un 2018 ai minimi termini. 


Produzione greca: arance, angurie, uva, mele, kiwi e pesche i prodotti frutticoli di punta; tra gli ortaggi spiccano pomodori, cipolle, peperoni e cetrioli

In calo tra la frutta, i raccolti di mele e pesche, stabili nettarine e albicocche, mentre gli agrumi hanno la fetta maggiore, con le arance al primo posto. Ruolo preminente per le angurie. Un altro importante pilastro della produzione è rappresentato dalla frutta secca.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: