eventi
MACFRUT  DIGITAL

8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

giovedì 20 febbraio 2020


Ortaggi, ecco come sono cambiati i consumi

Nel giro di appena 4 o 5 anni il consumo dei prodotti ortofrutticoli, e in particolare degli ortaggi, ha subito forti cambiamenti. Come emerge dall’analisi del Monitor Ortofrutta di AgroTer, relativa al periodo 2014/2019, i prodotti con maggior contenuto di servizio - ovvero quelli di IV Gamma - hanno infatti eroso quote di pancia rispetto agli ortaggi di prima gamma.

Andamento dei consumi di ortaggi freschi e loro principali categorie a volume (Base 100 = 2014)

Fonte: elaborazioni Monitor Ortofrutta Agroter su dati Osservatorio Ismea-Nielsen – Think Fresh 2019


La crescita della IV Gamma dipende prima di tutto dal cambiamento delle abitudini di acquisto, favorite dal ricambio generazionale e da una maggiore disponibilità di negozi della Gdo, all’interno dei quali è sempre più presente questa categoria di prodotti. Dal 2014, infatti, la quota di supermercati, ipermercati e discount è in crescita a discapito di quella dei canali tradizionali (ambulante, mercato rionale, fruttivendoli).

L’evoluzione della quota di acquisti di frutta e ortaggi freschi per canale (Percentuale sul totale di frutta e ortaggi freschi acquistati in euro)

Fonte: elaborazioni Monitor Ortofrutta Agroter su dati Osservatorio Ismea-Nielsen – Think Fresh 2019


Se ci concentriamo su cosa è successo all’interno di supermercati e ipermercati, che valgono oltre il 70% delle vendite complessive per la Gdo, e analizziamo quanto siano aumentati i consumi (in kg) di frutta, verdura e IV-V Gamma (Ecr) dal 2014 al 2019, è possibile notare: 
• una piccola flessione per la frutta, che cala del 3%;
• una piccola crescita per la verdura, intesa come prodotti di prima gamma, aumentata di 6 punti percentuali;
• un’esplosione per i prodotti ad alto contenuto di servizio, ovvero la IV-V Gamma, che sono aumentati del 18%.

È chiaro come nelle abitudini di acquisto ci sia stato uno switch tra la le verdure sfuse e confezionate di prima gamma e quelle ad alto contenuto di servizio di IV-V Gamma.




Se poi si analizza la performance a valore, quindi la spesa, si nota per la verdura la migliore performance (+30%) in ortofrutta. Questo è dovuto a un trend del peso imposto, assimilabile al confezionato, del +41%. Anche le verdure a peso variabile, assimilabile allo sfuso, aumentano ma con una dimensione del trend quasi della metà rispetto al peso imposto (+21%).




Nel complesso, la IV-V Gamma nell'ultimo quinquennio cresce del +18% nelle vendite a valore: all’interno di questo segmento, però, c’è la famiglia della V Gamma, che comprende principalmente le verdure già cotte e pronte per essere consumate dopo essere state scaldate, che aumenta del +29% rispetto al 2014.



Copyright 2020 Italiafruit News


Alfonso Bendi
Senior Marketing Specialist
alfonso@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: