eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

martedì 25 febbraio 2020


L'avocado nel paniere Apofruit

L’avocado sta per entrare nel paniere di Apofruit Italia: nell’areale siciliano che fa capo allo stabilimento di Donnalucata fervono nuovi progetti e si programma la messa a dimora di impianti per coltivazioni alternative. Pur mantenendo forte attenzione a quello che è il core business del territorio - la produzione orticola e del pomodoro in primo luogo - trovano sempre più considerazione i piccoli frutti, le fragole ma anche, appunto, l’esotico, in particolare l’avocado, con un ponte ideale tra l’areale isolano e quello della Calabria meridionale dove questa coltivazione è già presente.

Entrambi i territori sulla carta - sottolinea Apofruit - assicurano le necessarie condizioni climatiche alla produzione di avocado, oggi sempre più ricercato sul mercato anche in risposta ai nuovi stili alimentari.  “L’avocado è sicuramente un prodotto sul quale stiamo ponendo grande attenzione, con la consapevolezza delle sue grandi potenzialità nel paniere della frutta esotica”, il commento di Andrea Grassi, direttore tecnico di Apofruit Italia. “In Sicilia stiamo lavorando con alcune aziende per avviare la produzione, secondo una tempistica che vede a fine 2020 la messa a dimora delle piante, per avere i primi frutti entro tre anni e la piena produzione entro cinque”.

Un altro "asse produttivo" è quello che collegherà la mandorlicoltura targata Apofruit già avviata in Puglia e in Calabria con quella in predicato di decollare nel territorio siciliano. “L’obiettivo - dichiara il responsabile d’area Alfonso D’Aquila - è quello di affiancare tutto ciò che risulta interessante come produzione alternativa al paniere ortofrutticolo più tradizionale così da offrire ai soci un completamento di reddito e la possibilità di ampliare la gamma delle produzioni adatte a questa terra e alle sue condizioni climatiche”.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: