eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

giovedì 2 aprile 2020


«IV gamma in emergenza, aste al ribasso inaccettabili»

Una pugnalata alle spalle: nei giorni in cui il settore della IV gamma stringe i denti e getta il cuore oltre l'ostacolo per andare avanti tra mille difficoltà, la notizia delle aste online al ribasso di Eurospin fa masticare amaro i principali player.

“Con la maggior parte dei protagonisti della filiera, distributori compresi, abbiamo trovato una bella intesa e ottenuto comprensione; tutti hanno capito la delicatezza del momento e si sono attivati per cercare soluzioni condivise e unità d’intenti, fatto che mi ha piacevolmente impressionato”, spiega a Italiafruit News Andrea Montagna, presidente del Gruppo IV Gamma di Unione Italiana Food (Uif). “E' anche per questo che, di fronte all’iniziativa di Eurospin, è impossibile restare in silenzio". La IV gamma - come si legge in una nota stampa Uif - ha subito una frenata del 4% dal 15 febbraio al 22 marzo, che arriva al -8% se consideriamo la sola settimana dal 16 al 22 marzo. 



"L’emergenza - annota Montagna (foto sopra) - rende difficile fare previsioni sugli ordini, ogni settimana è diversa dalla precedente e si registra un cambiamento significativo nelle abitudini di spesa degli italiani. Cambiamento che si fa particolarmente sentire su un prodotto a shelf life breve come la IV gamma”. A causa della scarsa frequenza con cui i consumatori si recano a fare la spesa, infatti, “il numero di buste di insalata acquistate risulta sensibilmente inferiore rispetto alla media e allo scorso anno”.
 
Nonostante le difficoltà oggettive legate alle restrizioni in atto, la IV gamma non si è mai fermata: “Tutte le aziende produttrici stanno facendo la loro parte garantendo sempre la materia prima confezionata e la consegna delle insalate in busta presso i punti vendita con la massima flessibilità e senza alcun tipo di speculazione sul prezzo”, puntualizza Montagna. 



“In questa fase così delicata per il Paese e per la sua economia - prosegue l’esponente di UIf IV gamma - è fondamentale che la relazione tra industria agroalimentare e distribuzione prosegua sempre e con tutti gli attori nel segno della massima collaborazione, consapevoli dell’importanza dei reciproci ruoli per la garanzia degli approvvigionamenti di prodotti ai consumatori. Come Gruppo IV Gamma condanniamo per questo qualsiasi tipo di pratica che possa mettere ancora di più in difficoltà il comparto, dalle aste al massimo ribasso alle imposizioni unilaterali di riduzione dei prezzi”.

La situazione è pesante e la speranza è che “dopo Pasqua il Governo allenti la stretta in modo che fare la spesa torni a essere meno difficile e di conseguenza i consumatori aumentino la frequenza degli acquisiti, che penalizza molto il nostro settore frenato anche dallo stop dell’Horeca e alle difficoltà dell’export”. In attesa di tempi migliori, Montagna ringrazia “gli agricoltori, i trasportatori e i tantissimi referenti della distribuzione che si comportano responsabilmente: nell'attuale fase di emergenza globale servono collaborazione e responsabilità”.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: