eventi
MACFRUT  DIGITAL

8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

giovedì 16 aprile 2020


Scordamaglia: «Il Made in Italy non può più aspettare»

“Il Made in Italy non può più aspettare” così Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, sulla possibilità di allentare la morsa sull’automotive e sulla metallurgia, come su moda e design, nell’ambito del patto sull’export. 

“Stiamo iniziando una settimana cruciale in cui si deciderà il futuro del Paese” dice ancora Scordamaglia. 
“Seguiamo la strategia condivisa a livello europea di apertura immediata anche se progressiva” continuano da Filiera Italia alludendo all’esempio di Spagna, Francia e Germania che stanno già definendo i tempi e i modi della ripresa.
 “Se tardassimo – afferma Scordamaglia – accumuleremmo un ritardo nella ripresa sugli altri Paesi che poi non sarebbe più recuperabile, innescando così una crisi economica e occupazionale gravissima”.

Una programmazione necessaria per tutto il Made in Italy, alimentare compreso, che in questa fase può essere il vero modello su cui coniugare produttività e salute dei lavoratori ma che “senza garanzie sulle filiere collegate – sottolinea Scordamaglia – rischia di non poter più garantire continuità”. E in questo senso è necessario cominciare a programmare anche la riapertura del settore del food service che vale in Italia 80 miliardi di consumi alimentari e centinaia di migliaia di posti di lavoro. Una riapertura progressiva basta anche su metodi nuovi, quali app per ordinare a distanza, drive in protetto ed asporto per poi arrivare ad una riapertura vera e propria con apposite misure di protezione.

Fonte: Askanews.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: