eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

giovedì 21 maggio 2020


Mof, la guardia resta alta: «Vendite giù del 20% per Covid»

La guardia resta alta ma l’obiettivo di tutti è il rilancio: il Mercato ortofrutticolo di Fondi, che nel pieno dell’emergenza Coronaviurs era finito all’interno della zona rossa, continua con le misure precauzionali adottate nel momento clou del lockdown (controllo della temperatura, obbligo di utilizzo di guanti e mascherine, santificazione settimanale degli stand, orari di apertura ridotti) e confida sul “ritorno” di Horeca e turismo per girare a pieno regime. “In  questo momento il trend è in linea con quello dell’analogo periodo dello scorso anno - spiega il direttore del Mof Roberto Sepe - ma il Covid ci è costato un calo del 15-20% circa; la flessione iniziale del 30-35% si è mitigata e alcune aziende, quelle che lavorano con la Gd o con altri Mercati, hanno persino aumentato i fatturati, ma mediamente si registra un’erosione di un quinto, o poco meno, del giro d’affari”.


 
“In un periodo di emergenza - aggiunge Sepe (foto sopra) - la struttura si è trovata nell’occhio del ciclone, però è stato fatto un lavoro considerevole: gli imprenditori si sono dimostrati molti bravi e responsabili per cui non ci sono stati problemi di operatività, i danni sono stati limitati. Siamo riusciti a operare in sicurezza rifornendo costantemente i clienti. Ora ci auguriamo che la riapertura dell’Horeca, segmento che vale un 20% del fatturato totale del Mof nel periodo estivo e l’avvio della stagione turistica, sebbene in tono ridotto, completino il quadro spingendo ulteriormente le contrattazioni”.



La situazione eccezionale di queste settimane ha riproposto, almeno in alcuni ambiti, il tema dell’inadeguatezza strutturale che, per alcuni operatori, comporta disparità tra aziende interne ed esterne al Mercato e soprattutto maggiori oneri a carico delle imprese grossiste: alcuni operatori dell’area “A" caldeggiano incentivi economici e agevolazioni. Sul fronte commerciale, invece, spicca la sofferenza degli ortaggi a foglia, con prezzi da tempo bassi.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: