eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

Annatura lunedì 29 giugno 2020


Verdure, Annatura punta ai Cash & Carry con la multiporzione

L’azienda Annatura, leader in Italia nella produzione di verdure e legumi cotti e pronti al consumo, presenta sul mercato la nuova linea multiporzione, disponibile in due grammature: 2,5 kg e 1,250 kg. Una novità che è stata appena lanciata con l’intento di cogliere le mutate esigenze post “Fase 2” del Covid-19 di una parte degli operatori commerciali.

“Annatura non si snatura, nel senso che la qualità e l’origine esclusivamente nazionale delle materie prime vengono sempre messe al primo posto anche in questi due nuovi formati molto più grandi della classica confezione da 300 grammi, destinata solo alla Gdo”, dice a Italiafruit News il presidente dell’azienda, Fiero Innocenzi.

“Confidiamo, in particolare, che la nuova linea delle verdure multiporzione ci possa aiutare ad acquisire una bella fetta di mercato nel segmento nazionale dei Cash & Carry. Questa soluzione, che vanta una shelf life di 30 giorni in ambiente refrigerato, può essere di grande aiuto per imprese come tavole calde, pizzerie, piccoli e medi ristoranti, hotel che, a causa del coronavirus, si trovano inevitabilmente ad affrontare un periodo di ridotta attività rispetto agli standard usuali”. 


Fiero Innocenzi

“Il principale vantaggio di scegliere la nostra linea multiporzione - prosegue il presidente - è quello di abbattere i costi di lavorazione legati alla manodopera e gli sprechi, offrendo però ai propri clienti un prodotto/contorno di stagione sempre di altissima qualità, naturale ed italiano. Benefici, questi, che oggi ricercano anche i titolari di piccoli negozi di quartiere, oppure i laboratori dei supermercati che per ragioni di spazi ridotti e di sicurezza umana ed alimentare devono necessariamente ridurre le operazioni di lavorazione dei cibi”.

“Chiaramente le due grammature da 2,5 kg e 1,250 kg si rivolgono a un altro tipo di mondo rispetto a quello del prodotto da scaffale della Gdo. Un mondo nuovo che tenteremo di conquistare e che, a nostro avviso, può offrirci ampi spazi di sviluppo in questo periodo di cambiamenti epocali”, conclude Innocenzi. 

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: