eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

lunedì 27 luglio 2020


Patate, Cepa: attesi volumi nella media

Gli operatori del settore, come da calendario stabilito dal Cepa, organo di coordinamento della Borsa patate di Bologna, si sono dati appuntamento per fare il punto della situazione produttiva delle patate destinate allo stoccaggio nelle strutture di conservazione dei partecipanti alla Borsa, firmatari del contratto quadro. 

AgriPat ha reso noti i dati degli ettari impegnati dai propri soci, analizzando impegnative per oltre 2.400 ettari si evidenzia una diminuzione delle superfici in provincia di Bologna, compensata dalle produzioni nelle altre province tali da rendere un calo a livello complessivo regionale dell’1%. Per quanto riguarda la suddivisione varietale i primi quattro posti, in ordine di importanza, sono occupati da Colomba, Primura, Agata e Vivaldi con la varietà Primura, unica varietà inserita nel piano dei controlli della Patata di Bologna Dop, che inizia a farla da padrone in ambito provinciale. Colomba, Agata, e Vivaldi sono invece una parte importante del prodotto a marchio “Selenella” che vede anche varietà nuove, frutto della ricerca e sperimentazione che il consorzio Patata Italiana di Qualità sta facendo.  

Allo stadio attuale tutti gli operatori sono concordi nell’affermare che l’andamento climatico dalla semina ad oggi, abbinato a tecniche agronomiche appropriate, permette di avere una produzione di eccellente qualità con una buona ed omogenea tuberificazione e patate di un bel calibro esente da difetti, che sicuramente si potrà tradurre anche in una buona conservabilità del prodotto in vista della lunga campagna di commercializzazione che si prevede di dover sostenere.  

Per quanto riguarda gli aspetti produttivi, l’andamento climatico ha portato delle differenze, seppur non sostanziali, fra una varietà e l’altra e fra un’azienda produttrice e l’altra. È chiaro che è ancora presto per trarre conclusioni circa le quantità di patate che si renderanno disponibili. Tuttavia, gli operatori ritengono che la produzione media complessiva non si discosterà di molto rispetto a quella degli ultimi cinque anni ed una disponibilità complessiva fra prodotto contrattato ed acquistato che varierà fra 1,3 e 1,4 milioni di quintali. 

In conclusione, produzioni nella media per quanto riguarda le previsioni degli operatori di borsa molto attenti in questa fase a raccogliere patate con il giusto grado di maturazione per ridurre al minimo i danni in fase di conservazione.  

Analizzando le vendite, si sottolinea l’ottima campagna del prodotto novello sia di Selenella che dei prodotti a filiera e dati di vendita delle patate positivi confermati da Nielsen. 

Fonte: Ufficio stampa Cepa


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: