eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

martedì 28 luglio 2020


Catalogna, in calo la produzione di mele (-16%) e pere (-7%)

Mentre in Italia è già iniziata la raccolta delle prime Gala (clicca qui per leggere l’articolo), dalla Spagna non arrivano buone notizie per il settore melicolo e delle pere.
Secondo quanto riportato dal sito di Fepex, nella regione della Catalogna si prevede un calo produttivo del 16% per le mele e del 7% per le pere in questa campagna, con una raccolta attesa di circa 266.230 tonnellate.
A riportare questi dati l’associazione commerciale della Catalogna Afrucat e il dipartimento di agricoltura della Generalitat (sistema amministrativo-istituzionale per il governo catalano).

Tutte le varietà di mele registrano un calo produttivo, in particolare Granny Smith del 28%  (25.040 tonnellate), le rosse di un 21% (14.420 tonnellate) e le Golden del 17% (130.950 tonnellate).
Secondo Afrucat, associazione integrata a Fepex, a Lleida si raccoglierà il 16% di mele in meno rispetto all’anno scorso (pari a 189.360 tonnellate), a Girona un 14% in meno (74.760 tonnellate), a Terragona un 3% in meno (1.150 tonnellate) mentre a Barcellona la raccolta calerà solo dell’1% (per un totale di 960 tonnellate).


A determinare questo importante calo produttivo, sono stati ancora una volta i fenomeni atmosferici avversi come le gelate e le piogge primaverili, che hanno danneggiato le fasi di fioritura e allegagione, fondamentali per il corretto sviluppo dei frutti. Inoltre, si stima che la grandinata dello scorso 3 giugno, abbia danneggiato 1450 ettari coltivati a pomacee.

Per quanto riguarda la superficie produttiva delle mele, a Lleida diminuisce del 2,2% (6.169 ettari) nonostante si raccoglierà qui il 71% della produzione regionale, mentre a Girona la superficie aumenta del 2,8% (2.356 ettari) a fronte di una raccolta pari al 28% del prodotto della Catalogna. Rispetto alla campagna 2019, quest’anno si prevede un anticipo nella raccolta variabile dai 5 ai 10 giorni.



Anche per le pere, si registra una contrazione produttiva generale: la pera Ercolina diminuisce del 21% mentre le pere William arrivano all’11%. Per varietà maggiormente prodotta, la Conference, si prevede una diminuzione del 6%.
In particolare, in Catalogna si stima un calo produttivo del 7% per la prossima campagna, con una raccolta prevista di 130.990 tonnellate. 

Per quanto riguarda la raccolta, si prevede una tendenza a macchia di leopardo: a Lleida si raccoglierà un 7% in meno di pere rispetto al 2019 (130.990 tonnellate), a Girona un 5% in più (3.340 tonnellate), a Terragona un 14% in meno (630 tonnellate) mentre a Barcellona è previsto un aumento del 2% (390 tonnellate). Le gelate e la pioggia primaverili hanno danneggiato in maniera importante la produzione e, come per le mele, la tempesta di grandine del 3 giugno ha rovinato parte della produzione con danni variabili a seconda delle zone.

La superficie produttiva (8.705 ettari) cala del 3% rispetto al 2019 a Lleida e aumenta del 3% a Girona (182 ettari). Si prevede un anticipo della raccolta dai 5 ai 15 giorni rispetto all’anno passato.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: