eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 27 agosto 2020


Nova: piante più resistenti e terreni più fertili

Piante più resistenti e terreni più fertili. Per ottenere questi obiettivi Nova - impresa nata con l’obiettivo di dare un contributo al miglioramento delle produzioni agricole attraverso la produzione di fertilizzanti e concimi all’avanguardia - propone due formulati: Esus e Biores.




Esus è un concime organico azotato, con un estratto fluido di lievito contenente alghe brune. Interviene all'altezza della rizosfera come rigenerante dell'apparato radicale e, come spiegano i tecnici di Nova, "crea delle condizioni tali da far tollerare attacchi da parte di agenti patogeni. Promuove le difese naturali delle piante contro funghi, batteri e virus, migliorando lo sviluppo delle radici e riducendo lo stress idrico. In particolare aumenta la biomassa prodotta in rapporto al consumo idrico".

L’applicazione di Esus è consigliata su pomodoro, zucchina, melanzana, cetriolo, uva da tavola, peperone e carciofo. "Esus viene utilizzato durante tutta la fase di crescita e ingrossamento e permette alla pianta di svilupparsi in maniera equilibrata - sottolinea Nova - stimolando l’accrescimento dei frutti, favorendone l’omogeneità e la pezzatura".



Ottenuto un terreno fertile, è importante che la pianta possa assorbire gli elementi nutritivi. E qui entra in gioco Biores, un biostimolante che si pone proprio questo obiettivo. Il formulato viene utilizzato maggiormente per i trattamenti fogliari su zucchina e pomodoro. "La particolare e specifica composizione potenziata da acqua in forma di cristalli liquidi - evidenzia la società - rafforza il sistema immunitario della pianta nei confronti di stress biotici e abiotici. Biores viene utilizzato nei trattamenti fogliari per rinforzare la pianta".

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: