eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

lunedì 31 agosto 2020


Cosa fare nel post-trapianto per stimolare la radicazione

Nella fase di post-trapianto le orticole devono essere stimolate a radicare: le energie della pianta vanno concentrate su questo obiettivo, un presupposto fondamentale per la futura crescita. Con un apparato radicale più sviluppato, infatti, la pianta è meno soggetta a stress termici ed idrici, riesce ad assorbire più acqua ed elementi nutritivi, in buona sostanza ha un maggior equilibrio vegeto-produttivo, con nodi più corti e minor traspirazione. Dopo la radicazione, però, non bisogna dimenticarsi di fornire all'orticola un adeguato nutrimento. E su questi due passaggi si fonda la strategia d'intervento per il post-trapianto di Green Has Italia, che per promuovere un rapido attecchimento e ridurre la possibile crisi da trapianto favorendo una veloce fuoriuscita delle radici dal pane di terra schiera Magic P e Algaren Twin; mentre per assicurare un adeguato sostegno produttivo Greenplant Vip 10-40-10 e Zaminol.

Con il direttore tecnico di Green Has Italia, Pierfranco Baraglia, approfondiamo questa strategia di intervento che parte dal primo bagno post trapianto, in fertirrigazione o con l'acqua somministrata al piede. "Vogliamo unire una parte organica a una minerale per ottenere la stessa finalità: far partire subito la pianta, promuovendo l'uscita delle radici dall'alveolo - spiega Baraglia - Algaren Twin è un fertilizzante organico di origine naturale studiato dalla ricerca di Green Has Italia per stimolare la radicazione; contiene estratti di alga bruna marina (Ecklonia Maxima) uniti a lieviti specifici che forniscono alla pianta aminoacidi e vitamine, in particolare la vitamina B5 (acido pantotenico), utile a promuovere il pieno utilizzo dell’energia dei nutrienti. L'unione di queste due componenti organiche stimola la radicazione, perché agisce sul rapporto tra auxine e citochinine, due fitormoni. Quando somministriamo Algaren Twin la pianta assimila il formulato e si ritrova con un rapporto sbilanciato verso le auxine, siccome le auxine sono prodotte dalle foglie, la pianta per tornare in equilibrio ormonale smette di produrre nuovi germogli ma promuove nuove radici, visto che da queste arrivano le citochinine".


Foto di Greenplant 2 Società agricola di Baldin Emanuele e Porzionato Simone

L'unione con Magic P serve invece per assicurare uno degli elementi minerali di cui la radicazione ha bisogno: il fosforo. "Oltre allo stimolo ormonale - evidenzia il direttore tecnico di Green Has Italia - abbiamo anche lo stimolo minerale. Fosforo ma anche zinco, precursore del triptofano, l'amminoacido che promuove il nuovo capilizio radicale. Questo formulato è a Ph acido e con una densità molto alta che consente la solubilità del prodotto anche in acque molto dure: ciò garantisce la biodisponibilità dell'elemento nutritivo".

L'applicazione di Algaren Twin e Magic P stimola la pianta a produrre radici e a non filare: le energie sono concentrate sull'emissione del nuovo capillizio radicale e sull'accorciamento degli internodi. "Aspetti importanti nei secondi trapianti - rileva Baraglia - quando ci sono temperature elevate e le piante tendono a vegetare, a produrre nuove foglie che richiamano acqua... Ma se non c'è il supporto di un adeguato apparato radicale la pianta reagisce chiudendo gli stomi e fermandosi. Con la nostra strategia, avendo un apparato radicale più sviluppato la pianta è meno soggetta a stress termici ed idrici".



Messo a punto l'apparato radicale, la pianta deve poi nutrirsi. Green Has Italia ha sviluppato Zaminol. "E' un prodotto con il 7% di azoto organico, che deriva da idrolisi enzimatica e ha il vantaggio di avere un'elevata presenza di amminoacidi essenziali e un equilibrio tra i levogiri e i destrogiri - illustra Baraglia - E' un prodotto di derivazione animale che nel momento dell'applicazione dà una fonte azotata proteica immediatamente disponibile per superare i momenti di stress. Accanto a questa efficacia immediata garantita dagli amminoacidi levogiri, Zaminol assicura alla pianta anche una riserva con i destrogiri, che utilizzerà nel corso della crescita".

Greenplant Vip 10-40-10 è un NPK arricchito con magnesio. E' un prodotto microcristallino ad elevata solubilità, il formulato ha un'azione acidificante sull'acqua e così il concime mantiene il Ph acido anche nella soluzione che arriva alle piante, "a vantaggio della biodisponibilità degli elementi, della pulizia degli impianti, evitando di immettere nella miscelazione dei fertilizzanti acido nitrico o fosforico - conclude Pierfranco Baraglia - che possono squilibrare i rapporti nutrizionali".

(La foto di apertura è della Greenplant 2 Società agricola di Baldin Emanuele e Porzionato Simone)
Copyright 2020 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: