eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

lunedì 26 ottobre 2020


Arance, le prime anticipazioni sulla prossima campagna

Buone prospettive agronomiche per le arance siciliane della Piana dell’Etna. Nelle zone più precoci il Navel dovrebbe iniziare a maturare verso il 10-15 novembre, poi dalla prima decade di dicembre si proseguirà col Tarocco. Come spiega a Italiafruit News Francesco Di Silvestro, titolare dell’omonima Azienda agricola di Scordìa (Catania), le previsioni circa la qualità sono ottime per i frutti degli aranceti nuovi e/o di recente introduzione.

"Nei nuovi innesti, ad oggi, c’è un prodotto di elevata qualità. Le piante sono abbastanza cariche e notiamo una buona pezzatura. All'interno dei vecchi innesti, al contrario, vediamo purtroppo scarse produzioni e pezzature a causa del virus della Tristeza, motivo per cui occorrerà progressivamente estirparli", sottolinea il produttore socio dell'Op Rossa di Sicilia.

Da qualche giorno si trovano sul mercato nazionale le prime Navel di Sicilia, in quantità irrisorie che non fanno testo. Ma si tratta di frutti raccolti in anticipo e trattati in magazzino con l'etilene per garantire buone caratteristiche estetiche. 


Impianto di arance rosse Tarocco, foto del 25 ottobre 2020 

“Nella Piana di Catania per avere un’arancia navelina naturale, maturata sulla pianta, occorre come sempre aspettare almeno il 10-15 novembre - precisa Di Silvestro -  La data esatta si deciderà in funzione delle temperature delle prossime settimane”. 

“Gli stacchi del Tarocco inizieranno invece verso i primi di dicembre, anche se le produzioni con caratteristiche qualitative (pigmentazione, brix, ecc.) di massima eccellenza verranno raccolte da metà gennaio”. 

Per quanto riguarda la campagna commerciale, dopo ciò che è accaduto durante il lockdown di marzo e aprile 2020 - quando i prezzi all'origine delle arance rosse sono saliti vertiginosamente fino a punte di 1,20 euro il chilo - è impossibile fare previsioni. “In tempi di Covid-19 ci possiamo aspettare qualunque cosa - conclude - Sappiamo comunque che l'andamento commerciale varia sempre in base alle temperature: più è freddo e più le arance rosse si vendono. Quindi molto dipenderà dal tempo”.

Nella foto di apertura: situazione vegetativa delle arance rosse Moro al 25 ottobre

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: