eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 10 febbraio 2021


Mele, il fil rouge dell'innovazione

I volumi sono ancora estremamente limitati, ma nei prossimi anni sono destinati a crescere. La risposta del mercato, intanto, fa ben sperare: Kissabel Rouge - la mela a polpa rossa prodotta e commercializzata in Italia da Vip-Val Venosta, Melinda e La Trentina - ha riscosso interesse. A proposito di quantitativi, lo scorso anno in Italia sono state prodotte circa 240 tonnellate di mele Kissabel, di cui commercializzate circa 180 tonnellate.

Del posizionamento di questo nuovo frutto e delle prospettive commerciali ne abbiamo parlato con Fabio Zanesco (sales and marketing manager di Vip) e con Andrea Fedrizzi, (responsabile marketing e comunicazione di Melinda).


Superfici dedicate, impianti in produzione e piani di sviluppo

"Attualmente le superfici totali italiane di Kissabel Rouge (varietà R201) ammontano a circa 17ettari, suddivisi equamente tra Vip e Apot - esordisce Zanesco - In particolare, sono circa 8 gli ettari di R210 coltivati da Vip, con la prospettiva di aumentare le superfici progressivamente: attendiamo infatti una reazione positiva da parte del mercato. Quanto alla produzione, per il prossimo anno stimiamo circa 300 tonnellate, destinate a raddoppiare nel 2022 (600 ton) e triplicare nel 2023, anno per cui prevediamo una produzione di circa 900 tonnellate. Siamo a conoscenza di un altro progetto di Kissabel Rouge (varietà R203) che verrà messo a dimora dal Gruppo Rivoira dal 2022 in poi".

"Attualmente, tra Melinda e La Trentina, la superficie coltivata a R201 è pari a 10 ettari, per un totale di 127 tonnellate raccolte nel 2020 - aggiunge Fedrizzi - Si tratta di una mela resistente ad alcune fitopatie, il che la rende ideale in termini di sostenibilità produttiva. Per tale motivo la coltivazione di Kissabel ben si addice ai territori montani come la Val di Non, dove la popolazione vive in borghi immersi nelle coltivazioni".


Polpa rossa, buccia rossa e gusto che convince

Il colpo d'occhio, fuori e dentro, è garantito. In più c'è l'arma del gusto. "Sono questi i caratteri distintivi di questa mela - illustra il manager Vip - In particolare va evidenziato il gusto, che richiama i frutti rossi e rende la mela Kissabel Rouge fortemente innovativa.

"L’attività di comunicazione di Melinda si è concentrata su quella che riteniamo essere la caratteristica fortemente distintiva di questa mela, ossia la polpa rossa", evidenzia il responsabile marketing del gruppo trentino.


Il punto sul mercato

Le mele Kissabel in distribuzione sono state posizionate mediamente sopra i 3 euro il chilo. Certo, ci sono ancora pochi volumi, ma considerando che il mercato è sempre più esigente siete soddisfatti dei riscontri avuti?

"Siamo soddisfatti del risultato ottenuto da questa varietà: la domanda è talmente alta, che non vediamo particolari problemi nemmeno in futuro, quanto i quantitativi a disposizione saranno maggiori - risponde Fedrizzi - Per una varietà così giovane e particolare, inoltre, vediamo nei prossimi anni ancora possibilità di crescita e di miglioramento".

"Nonostante quest’anno si sia lavorato con volumi limitati, abbiamo commercializzato circa 80 tonnellate nelle settimane 44-48, il riscontro da parte del mercato è molto buono - conferma Zanesco - Per la prossima stagione i volumi saranno in deciso aumento e pertanto potremo approcciare i consumatori in maniera più diretta".


La comunicazione di prodotto

L'aspetto della polpa rossa è ciò che rende Kissabel distintiva. Se un dettagliante ha vita facile a trasmettere questo al consumatore, nel canale della distribuzione moderna non è altrettanto facile.

"Quest’anno, causa pandemia, le azioni di promozione e degustazione nei punti vendita della Gdo non sono state purtroppo possibili, perché avrebbero comportato il contatto diretto con il consumatore - osserva Zanesco - Per la prossima stagione, però, abbiamo previsto un piano di lancio della mela più strutturato, dati anche i volumi crescenti. L’obiettivo è incuriosire il consumatore, facendogli provare il gusto particolare della mela Kissabel, adatta sia al consumo fresco, sia alle preparazioni dolciarie e culinarie".

"La pandemia ha bloccato tutte le attività di promozione diretta in Gdo - prosegue Fedrizzi - L’assaggio per questa varietà peraltro risulta fondamentale, visto che l’aspetto più affascinante e distintivo è proprio la sua polpa. Tuttavia attraverso una comunicazione visiva chiara e diretta nei punti vendita siamo riusciti a spiegare comunque il valore aggiunto della varietà, anche in assenza di hostess ed assaggi generando, nonostante il periodo particolare, ottimi risultati. Il piano di comunicazione e promozione previsto per le prossime stagioni, visti anche i quantitativi crescenti di prodotto, sarà sicuramente molto più ricco e strutturato, sperando di essere nel frattempo usciti dalla situazione pandemica in corso".

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: