eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

lunedì 29 marzo 2021


Tarocco in ripresa e prime nespole spagnole (a 7,5 euro/kg)

Consumi di agrumi scarsi sulle “piazze” dell’ingrosso? Da mesi gli operatori grossisti di numerosi Mercati dell’Italia registrano una contrazione generalizzata dei volumi di vendita di prodotti agrumicoli, dalle arance ai limoni a clementine/mandarini. Un andamento che non trova concorde Alessandro Venturino, titolare della ditta Sado Ortofrutticoli operante presso i Mercati di Genova (da tre anni) e di Savona (da più di 80 anni). 

Bene o male i consumi di agrumi, Tarocco in primis, ci sono sempre stati nel corso di questa stagione. Il problema dell’annata agrumicola ha riguardato invece i prezzi mediamente bassi”, sottolinea il grossista ligure a Italiafruit News nel precisare comunque che, la scorsa settimana, per quanto riguarda le arance rosse, “siamo riusciti a spuntare una decina di centesimi di euro il chilo in più grazie alla maggiore richiesta”.

Gli agrumi sono il segmento di prodotto più importante per l’attività della Sado Ortofrutticoli, che dispone di un assortimento completo di frutta e verdura, comprese alcune specialità. Da una ventina di giorni, per esempio, la ditta sta commercializzando le nespole spagnole, una produzione che viene molto richiesta nelle regioni del Nord Ovest dell’Italia. 



“La stagione delle nespole è iniziata con un prezzo d’esordio molto caro, pari a 7,5 euro il chilo. Col passare delle settimane, le quotazioni diventeranno via via più abbordabili. La qualità dei frutti è buona ma credo che ci vorrà ancora un mese prima di distribuire volumi di vendita importanti. Serve infatti anche un po’ di caldo per favorire il consumo della nespola”.

Nel complesso, guardando all’andamento generale delle vendite di ortofrutta, la primavera non ha finora portato quella maggiore dinamicità tanto sperata sia a Genova che a Savona. Venturino confida quindi di poter lavorare di più durante questa settimana di Pasqua, un po’ con tutti gli articoli, a partire da referenze come i carciofi che vengono ampiamente utilizzati da consumatori nelle ricette primaverili. 

“La tipologia di carciofo che va per la maggiore in Liguria è lo Spinoso di Sardegna. Il quale, a seconda della qualità, oggi oscilla dai 0,2 ai 0,6 euro per capolino. Un prezzo normale per il periodo - conclude - In generale, la nostra attività di commercio all’ingrosso continua a essere condizionata dalle restrizioni per i ristoranti, che rappresentano una fetta importante di clientela. Speriamo che possano riaprire presto”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: