eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
MACFRUT 2022
4-6 Maggio 2022
Rimini
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

martedì 21 settembre 2021


Ortaggi, tra i protagonisti della notte dei ricercatori

Anche quest’anno il Crea partecipa con gran parte dei suoi centri di ricerca alla Notte Europea dei ricercatori e delle ricercatrici di Frascati Scienza, dal titolo heaL thE plAnet’s Future (#LEAF). ‘Cura il futuro del Pianeta’, un’occasione straordinaria di incontro tra il mondo della ricerca e la cittadinanza, con un programma fitto di incontri, esperienze dal vivo e on line con esperimenti e dimostrazioni scientifiche, webinar e giochi per i più piccoli, per diventare scienziati per un giorno.

Si parte il 20 settembre con Cucino quando voglio, un cooking show in cui i ricercatori cucineranno una ricetta sana e sostenibile, spiegando sia quali sono gli alimenti “giusti” per migliorare la nostra salute e quella del Pianeta sia il ruolo che il miglioramento genetico ha sempre nell’assicurare a tutti cibo buono, sano e in quantità. Il 23 settembre si svolgeranno due webinar: il primo Racconti di biodiversità: un’esperienza di volontariato a 360°, per presentare LIFE ESC 360, il progetto di monitoraggio della biodiversità delle riserve naturali statali gestite dal Raggruppamento Biodiversità dell’Arma dei Carabinieri, svolto da 360 volontari; il secondo Bacman (il baco da seta): il supereroe della seta dedicato alla filiera produttiva della seta e sulle sue potenzialità per ricreare una nuova filiera attenta alla sostenibilità, alle nuove frontiere della ricerca biotecnologica e alle applicazioni innovative. 

Un altro webinar è in programma per il 24 settembre, dedicato all’economia circolare e alla valorizzazione degli scarti dal titolo Diamo nuova vita agli scarti ortofrutticoli. Il 24-25 settembre le indiscusse protagoniste saranno le api: tramite un’arnia didattica, sarà, infatti, possibile curiosare all’interno di un alveare, riconoscere il nettare, il polline e le larve, distinguendo le api operaie dai fuchi e dalla Regina. Inoltre, un’arnia standard, ma senza api, sarà equipaggiata con sensori di peso, temperatura, umidità, vibrazione e microfoni, l’alveare digitale, per monitorare le variazioni delle condizioni interne ed esterne e gli effetti sulla società delle api e degli insetti impollinatori in generale. 

Infine, chiudiamo il 25 settembre con l’ultimo appuntamento, un webinar dedicato al latte dal titolo La ricerca in zootecnia e la filiera del latte per spiegare come ottenere un prodotto di qualità migliore con effetti positivi sulla salute umana da allevamenti sostenibili.
Non mancheranno, inoltre, gli appuntamenti per i più piccoli: 21 e 22 settembre Il fantastico mondo degli ortaggi, una raccolta di racconti per avvicinare i bambini al mondo dell’agricoltura nel rispetto della biodiversità e dell’ambiente; 21-23 settembre Api, boschi e la scienza per la sostenibilità, un laboratorio scientifico con i prodotti delle api e uno science trip alla scoperta di un apiario nel bosco, per riflettere su alcuni grandi temi di oggi: prodotti alimentari sani e sostenibili, protezione dell'ambiente e della biodiversità, cambiamento climatico. Il 23-24 settembre durante Buono per te, buono per il pianeta? i ragazzi dovranno interrogarsi rispondendo a domande sugli alimenti e cimentarsi in un gioco interattivo, un vero laboratorio ludico didattico dedicato all’alimentazione e alla sostenibilità; il 24 settembre all’interno del webinar Alla scoperta dell’olio extravergine d’oliva: un viaggio nel tempo potranno ripercorrere la storia dell’olivicoltura, dagli ulivi monumentali ad oggi, in un viaggio ideale alla scoperta dell’olivo e dei suoi prodotti; mentre nel talk show Manuale “di istruzioni” per costruire nell’adolescenza un modello alimentare salutare e sostenibile  potranno approfondire l'importanza dell’adozione di scelte alimentari adeguate alle loro necessità e di stili di vita più sani e rispettosi di loro stessi e del pianeta. 

Fonte: Ufficio stampa Crea


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: