eventi
CIBUS
Parma 
1-4 Settembre 2020  
MACFRUT 
Rimini
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 23 gennaio 2020


Pere, prezzi su per Abate e Conference

La terza settimana di gennaio (dal 13 al 19 gennaio) si è conclusa con un incremento delle quotazioni medie delle pere emiliano-romagnole e venete, spinto in parte da una maggior dinamicità della domanda estera. E’ quanto ha evidenziato l'Ismea nel suo ultimo bollettino sugli scambi e le contrattazioni della frutta, pubblicato online martedì 21 gennaio

L'aumento dei prezzi è stato osservato soprattutto nei due areali del Ferrarese e del Ravennate, dove "una migliore intonazione della domanda, soprattutto estera, unitamente a una offerta nel complesso contenuta - si legge nello studio - ha permesso agli operatori del settore di avanzare rivalutazione dei prezzi". 


Prezzi medi settimanali franco partenza Op (Fonte: Ismea)

Tanto nella piazza di Ferrara, quanto in quella di Ravenna, la varietà "regina delle pere", l'Abate Fétel, è stata ceduta a un prezzo superiore del 3% circa rispetto alla settimana precedente e di oltre il 60% nel confronto con la medesima settimana dell'anno scorso. Anche a Verona si è registrato un aumento dei listini, ma solo per le partite di Abate Fétel che presentavano un miglior profilo qualitativo in termini di calibro.

Nel complesso, però, la crescita più significativa è stata misurata per la pera Conference che, rispetto alla seconda settimana di gennaio, ha spuntato un valore medio superiore del 4% circa a Ferrara e del 6% a Ravenna. “Nessuna variazione di rilievo è stata registrata sulle altre piazze monitorate di Forlì, Modena e Cuneo, dove le contrattazioni concluse sono proseguite regolarmente e sulla base di quotazioni stabili", conclude l’Ismea.



Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: