eventi
FRESKON 2020
Salonicco (Grecia)
2-4 Aprile 2020

MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
CIBUS
Parma 
11-14 Maggio 2020  
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 28 gennaio 2020


Sementi da orto: cicoria, ravanello e cipolla al top

Le colture “portaseme” più coltivate in Italia si confermano cicoria/radicchio, ravanello e cipolla. E’ quanto emerge dalla recente indagine condotta da Assosementi tra le ditte aderenti alla Sezione sementi da orto per l’anno 2018. La produzione ha interessato circa 13mila ettari, mentre se si considerano anche le specie aromatiche, la superficie ha superato complessivamente i 19mila ettari. Il dato aggregato mostra una flessione (-9%) rispetto all’anno precedente; per comprendere la portata del dato, sottolinea l'associazione, occorre tuttavia analizzare le singole voci che lo compongono tenendo conto che il ridimensionamento è spesso frutto di alternanzaE' il caso di ravanello (-18%), cavolo (-17%), lattuga (-16%), cece (-19%): i ridimensionamenti sono in gran parte conseguenza delle buone rese degli anni precedenti in un naturale avvicendamento fra produzioni e superfici investite. 


La top ten delle superfici coltivate a sementi da orto

Non è così invece per pisello (-27%) e carota (-11%), per le quali la perdita di terreno è in parte legata alle problematiche fitosanitarie che hanno penalizzato le produzioni italiane destinate all’export e in parte alla crescita dei competitor sul mercato internazionale.

Segno più, viceversa, per cetriolo e peperone (con le superfici di produzione del seme più che raddoppiate), per indivie (+59%) e zucchino (+37%). Tra le aromatiche spicca ancora il coriandolo che si mantiene stabile rispetto al 2017, mentre la rucola fa segnare un netto calo (-42%).

A livello territoriale dominano Emilia-Romagna (nettamente prima con 9.855 ettari), Marche (4mila circa) e Puglia (3.600), ai vertici nel panorama sementiero orticolo della moltiplicazione. Nettamente staccate le altre regioni, a partire dal Piemonte (577 ettari).

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: