eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

giovedì 14 maggio 2020


Argentina, cresce l'export di frutta e agrumi

Secondo le informazioni fornite dal Servizio nazionale per la salute e la qualità agroalimentare (Senasa), le esportazioni di frutta fresca tra gennaio e aprile di quest'anno sono ammontate a 278.099 tonnellate, vale a dire il 13,9% in più rispetto alle 244.220 tonnellate spedite nello stesso periodo dell'anno scorso.

I professionisti di Senasa hanno supervisionato le spedizioni di 182.609 tonnellate di pere, una crescita dell'8,5% rispetto alle 168.238 tonnellate esportate nello stesso periodo dell'anno scorso. Le destinazioni principali di questo prodotto sono: Russia (53.296 tonnellate); Brasile (34.561 tonnellate), Stati Uniti (30.692 tonnellate) e Italia (24.473 tonnellate)

Nel frattempo, le 38.111 tonnellate di mele certificate tra gennaio e aprile indicano un aumento del 31,6% rispetto alle 28.950 tonnellate spedite nel primo trimestre del 2019. I primi mercati di destinazione per questo prodotto sono stati Brasile (11.106 tonnellate), Paraguay (5.944 tonnellate), Russia (4.301 tonnellate), Bolivia (3.860 tonnellate) e Stati Uniti (1.610 tonnellate).

Allo stesso modo, la certificazione di esportazione di 30.082 tonnellate di limone indica un miglioramento del 64,8% rispetto alle 18.259 tonnellate spedite tra gennaio e aprile del 2019; mentre la certificazione delle spedizioni di arance, con 13.635 tonnellate, è cresciuta del 20% rispetto alle 11.364 tonnellate nello stesso periodo dell'anno scorso. Russia (15.362 tonnellate), Paesi Bassi (1.796 tonnellate), Grecia (1.741 tonnellate) e Canada (1.360 tonnellate) sono stati i mercati che hanno maggiormente richiesto il limone argentino in questi quattro mesi, mentre il Paraguay (13.611 tn) ha ricevuto la maggior quantità di arance argentine esportate.

Senasa ha inoltre registrato una crescita delle esportazioni dei mandarini, 2.422 tonnellate (10% in più rispetto alle 2.186 tonnellate nel 2019) e della ciliegia, 2.145 tonnellate (65% in più rispetto alle 1.297 tonnellate nel 2019). Nei primi quattro mesi del 2020 sono state spedite anche 3.773 tonnellate di uva, 1.849 tonnellate di melagrane e 884 tonnellate di prugne.

"Nel quadro dell'isolamento sociale, preventivo e obbligatorio ordinato dal governo nazionale di fronte alla pandemia di Covid-19, gli agenti Senasa continuano a effettuare la certificazione fitosanitaria dei prodotti, necessaria per l'esportazione di prodotti di origine vegetale", sostengono da l'organismo. Prima di firmare il certificato fitosanitario, gli ispettori verificano - attraverso il sistema normativo Senasa - che la merce soddisfi i requisiti di salute e qualità stabiliti da ciascun paese di acquisto.

Fonte: Ice Buenos Aires 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: