eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

venerdì 5 giugno 2020


Ananas, La Dona pronta per la domanda europea

La Dona Fruit - uno dei principali produttori ed esportatori di ananas dorato fresco e frutti tropicali in America Latina - annuncia la sua disponibilità a soddisfare la domanda europea di ananas MD2 di Panama quest'estate, dopo aver adattato l'attività alle nuove disposizioni introdotte per il Coronavirus.
Oltre ad aver rinnovato la sua certificazione GlobalGap, La Dona ha introdotto ulteriori rigide misure igieniche per proteggere i lavoratori nella sua fattoria di ananas a La Chorrera, Panama. Ove necessario, sono stati introdotti rapidi trasporti merci aerei e marittimi per garantire la continuità delle esportazioni.
L'attività principale di ananas di La Dona a Panama continua a prosperare. Nonostante la pandemia, la qualità dei frutti e il volume delle esportazioni rimangono costanti grazie alla resilienza e all'adattabilità della forza lavoro e dei suoi leader.



Paul Vergara, direttore delle operazioni ananas di La Dona Fruit, spiega: "Il volume è rimasto piuttosto stabile. Esportiamo oltre 60 tonnellate di ananas a settimana per via aerea e marittima e la merce è indirizzata a rivenditori e grossisti in tutta Europa. Alla fine di marzo, ci siamo affidati principalmente al trasporto marittimo, dal momento in cui le rotte aeree erano temporaneamente bloccate. Dall'inizio di maggio siamo tornati ad operare quattro voli a settimana. Lo spazio del trasporto aereo è attualmente limitato all'America centrale, ma abbiamo lavorato duramente per negoziare spazi e tariffe. Ora ogni volo KLM in partenza da Panama, trasoprta alcuni dei nostri ananas”.
Il marchio La Dona si distingue sul mercato europeo e degli Emirati Arabi Uniti per i suoi ananas maturati in pianta, di qualità premium e per il trasporto aerea. Man mano che l'azienda si espande, il team sta valutando le tecnologie del trasporto marittimo che consentirebbero ai suoi ananas con colore intenso ed elevata maturazione di arrivare in condizioni ottimali via mare.
Vergara spiega: “Durante le prime settimane di giugno testeremo la spedizione di ananas molto maturi in diverse condizioni di atmosfera di ozono per valutare se possiamo trasferire i volumi del trasporto aereo ai container. Tuttavia, ci aspettiamo che il trasporto aereo di merci ritorni alla normalità entro settembre, poiché le diverse compagnie inizieranno a riprendere le rotte nei prossimi due o tre mesi".



Nella fattoria di Panama, La Dona ha aumentato i suoi requisiti di igiene e sicurezza; garantendo formazione ai suoi oltre 70 dipendenti nell'ambito del piano anti Covid-19. La società è orgogliosa di aver mantenuto la propria forza lavoro durante la pandemia e che nessun dipendente abbia contratto la malattia.

Vergara sottolinea: "A tutti misuriamo la temperatura, così come indossiamo le maschere di protezione per il viso, fermiamo a lavarci le mani ogni due ore e stiamo documentando chiunque entri nella fattoria. A partire da giugno, l'orario di lavoro torna alle 45 ore settimanali, dopo esser stato inizialmente ridotto a 32 ore per il rispetto del lockdown locale. "


Come al solito, quest'anno La Dona offre ananas di qualità superiore rispetto ai suoi concorrenti.
Vergara afferma: “Panama riceve abbastanza pioggia e luce solare perché la produzione di ananas sia davvero efficace e, secondo me, la qualità sia migliore. A confronto, il Costa Rica registra ogni anno il 40% di precipitazioni in più, motivo per cui i loro frutti hanno un contenuto d'acqua maggiore. I nostri ananas contengono meno acqua, ma hanno ancora un alto contenuto di zucchero, che contribuisce ad un sapore unico. La nostra qualità permette di distinguere i nostri prodotti sul mercato".

La Dona fornisce ananas tutto l'anno. Le esportazioni aumentano di almeno il 30-40 percento tra settembre e dicembre per soddisfare il tradizionale picco della domanda europea.
Vergara commenta: "Sarà un anno strano e difficile da prevedere settimana dopo settimana. Gli europei di solito consumano prodotti locali durante l'estate, mentre il consumo di ananas aumenta di nuovo da settembre in poi. Ma quest'estate potrebbe succedere di tutto, soprattutto se alcuni paesi hanno problemi a trovare la manodopera necessaria per la raccolta della frutta locale. Come sempre, a La Dona restiamo pronti a rispondere a qualsiasi situazione di domanda e offerta sul mercato".

Oltre ad aver rinnovato il suo certificato GlobalGap, a fine febbraio la fattoria di ananas La Dona a Panama ha ottenuto l'accreditamento Haccp come riconoscimento ufficiale dei suoi sforzi di responsabilità sociale. Successivamente, l'azienda valuterà altri standard, come Primus e Smeta, in linea con la crescita del suo commercio al dettaglio europeo.

Fonte: Ufficio stampa La Dona fruit


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: