eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

mercoledì 5 agosto 2020


Pesche, il prodotto siciliano dà grande soddisfazione

“Con agosto ci addentriamo verso l’ultima fase della campagna peschicola che si protrarrà fino a settembre inoltrato e che quest’anno sta dando grande soddisfazione al prodotto siciliano che è passato indenne dalle gelate che hanno colpito con veemenza il Nord Italia, e ci sono, quindi, tutti i presupposti per proseguire su questa strada”. Così sintetizza Umberto Musso, co-titolare e responsabile commerciale di Italfrutta Distribuzioni, in merito alla campagna peschicola in atto. L’azienda con sede a Milano affonda le proprie radici nella Sicilia, dove ha in essere partnership di lunga durata con produttori altamente specializzati.

“Attualmente - prosegue il manager - oltre all’assortimento classico di pesche e nettarine stiamo commercializzando una specialità tipica siciliana, la pesca “incoppata” (che in siciliano vuol dire sacchetto, ndr) che, grazie all’avvolgimento di ogni singolo frutto in un sacchetto durante il periodo di maturazione è protetta da tutti i patogeni che attaccano la pianta, e sviluppa quindi un sapore ed un aroma inconfondibile. Non a caso la vendiamo a quotazioni importanti che possono toccare i tre euro il chilo, ma è ovviamente un prodotto di nicchia, per veri intenditori”.



“Anche per quanto riguarda le pesche e nettarine classiche, le quotazioni si sono sempre posizionate su valori importanti, a causa dell’offerta contenuta, e di certo la Sicilia è l’areale che sta garantendo maggiore continuità per arrivare a settembre, che negli ultimi anni sta regalando parecchie soddisfazioni ai peschicoltori grazie a temperature costantemente miti”.

Infine, un breve commento sulla campagna estiva: “Il mercato è schizofrenico, proprio come il meteo di questi ultimi giorni dove siamo passati da 40 a 18 gradi centigradi. In generale, le albicocche sono state fra gli articoli più richiesti, mentre il melone va a fasi alterne. Certamente peggio per le angurie, mentre per l’uva siamo ancora in una fase di stallo. In questi giorni abbiamo iniziato la commercializzazione dei primi fichi d’India ed il riscontro è positivo. Al contrario per gli ortaggi la stagione è da dimenticare”.





Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: