eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 20 maggio 2016


Libretti: il progetto Sinergie dà valore al pomodoro

Si dice che le idee innovative camminino sulle gambe e sulle passioni degli uomini. Questo detto si dimostra particolarmente vero in agricoltura e, in particolare, per il sigillo di sostenibilita` Sinergie, il segno di riconoscimento che dal 2015 distingue le varieta` italiane di pomodoro da mercato fresco ottenute nel rispetto del sistema di coltivazione Sinergie, facendosi garante dell'alta qualita`, del gusto e della provenienza da agricoltura sostenibile del prodotto.

Nel progetto integrato di filiera Sinergie, nato dalla collaborazione tra un gruppo di produttori di primissimo piano nella coltivazione del pomodoro in Sicilia, Sata, Siriac e Syngenta, infatti, ognuna delle aziende agricole aderenti ha portato la propria storia e vocazione all'eccellenza, trovando nel "fare sistema" gli strumenti e le risorse aggiuntive per essere protagonista di un'innovazione sostenibile in linea con le richieste della Gdo e la crescente domanda di genuinita` da parte del consumatore.

Un esempio calzante di questo percorso fatto di persone, lavoro e passione avviato quasi cinque anni fa in Sicilia e che sta ottenendo riscontri commerciali piu` che soddisfacenti e` rappresentato dal Gruppo Libretti di Vittoria (Ragusa), considerata tra le aziende di riferimento in Sicilia per la produzione di ortaggi, e in particolare per il pomodoro ciliegino.
Nata nel 1950 come piccola azienda agricola, il Gruppo Libretti e` espressione di una cultura contadina che ha saputo rinnovarsi nel tempo tenendo vivo un modo autentico di fare agricoltura. La meticolosa ricerca del periodo ideale per la semina, per le cure e per la raccolta dei prodotti in ogni appezzamento, ad esempio, costituisce tuttora una fonte di autentica gratificazione, capace di riempire un'esistenza.



Con gli anni, la continua evoluzione commerciale ha arricchito l'azienda di nuove motivazioni, facendo maturare la consapevolezza dell'importanza di non disperdere le conoscenze acquisite per valorizzare il patrimonio ortivo e potersi confrontare con l'evoluzione del mercato.
In questo contesto, l'adesione al progetto Sinergie si colloca come il risultato di una visione condivisa del mercato e delle prospettive delle produzioni orticole nazionali , ma soprattutto di una comunanza di filosofie aziendali, come conferma Giuseppe Libretti, direttore commerciale del Gruppo Libretti.

"La nostra filosofia aziendale, esattamente come quella che anima Sinergie, si fonda su una grande passione per la qualita`, con i prodotti seguiti e controllati in tutte le zone di produzione e per l'intera filiera. Con le aziende partner del programma ci siamo trovati nel comune impegno a selezionare le varieta` migliori e piu` resistenti con l'obiettivo di ridurre gli interventi su sistemi di coltivazione a basso impatto ambientale" - spiega Libretti. "Grazie alla consulenza e all'assistenza fornite da Syngenta, Sata e Siriac abbiamo perfezionato tecniche di coltivazione che seguono il metodo della lotta integrata, garantendo un'agricoltura di qualita` secondo una concezione pienamente ecosostenibile. Per intenderci, l'uso dei prodotti chimici, oltre ad essere minimizzato e razionalizzato, e` integrato con efficaci metodi agronomici e biologici."


Giuseppe Libretti, direttore commerciale del Gruppo Libretti.

Attualmente, l'Azienda di Vittoria e` impegnata nella produzione di due varieta` di pomodoro da mercato fresco incluse nel progetto Sinergie: Arawak, varieta` di Cuore di bue, e Pakyta, nel segmento Mini Plum.

"Per il progetto Sinergie oggi utilizziamo principalmente l'ibrido di Cuore di Bue Arawak, un pomodoro di colore verde medio, con spalla verde marcata che ha caratteristiche organolettiche eccellenti, in tutto e per tutto fedeli a quelle delle selezioni tradizionali del Cuore di Bue" - conferma Giuseppe Libretti. "L'altra varieta` in produzione e` il Mini Plum Pakyta, scelta perche´ ha tutti i pregi di una pianta rustica e molto produttiva, che si adatta facilmente a tutti i periodi e situazioni di coltivazione, e per i frutti: mini-plum dalla polpa particolarmente croccante e saporita e dalla conservabilita` superiore rispetto ad altre varieta`".

Tracciando un bilancio provvisorio dell'esperienza in Sinergie e del sigillo di sostenibilita` Sinergie, il giudizio di Libretti e` piu` che positivo.
"Il sistema integrato di coltivazione Sinergie e il sigillo Sinergie ci stanno agevolando concretamente nel raggiungimento del nostro obiettivo primario: essere sempre allineati alle richieste della Grande Distribuzione Organizzata, garantendo elevati standard qualitativi e la massima salubrita` del prodotto" - sottolinea il Direttore Commerciale del Gruppo Libretti.

"Sinergie, infatti, sposa appieno la nostra filosofia aziendale e le esigenze dei retailer, assicurando la salubrita` del prodotto e la tracciabilita` della filiera in tutte le sue fasi in modo da garantire al meglio il consumatore finale. Quanto al sigillo Sinergie, che oggi affianca il nostro marchio come bollino o sulle fasce del prodotto sfuso, sta confermandosi un valido strumento di visibilita` e di comunicazione, capace di dare valore aggiunto e di differenziare le nostre produzioni premium negli assortimenti dei punti vendita".

Il commento finale e` affidato a Marco Cantoni, Responsabile Orticole di Syngenta in Italia.
"L'esperienza maturata in questi anni collaborando con aziende agricole di primo piano come Libretti e` la dimostrazione piu` evidente che fare sistema crea valore", dichiara Cantoni.


Marco Cantoni, Responsabile Orticole Syngenta Italia

"La maggiore sfida che abbiamo affrontato e` stata quella di rispondere alla crescente domanda di sostenibilita` da parte del consumatore e, allo stesso tempo, assicurare una visibilita` adeguata ai prodotti coltivati in Sinergie all'interno del punto vendita. Questa e` la ragione che ci ha spinti in primo luogo a fare sistema con alcune delle aziende agricole di eccellenza del Paese e con partner come Sata e Siriac, e poi a rafforzare i contenuti di garanzia dei marchi dei Produttori o dell'insegna del Distributore con il Sigillo di sostenibilita` Sinergie".

Fonte: Ufficio stampa progetto Sinergie


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: