eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

Conad-Auchan mercoledì 11 marzo 2020


Conad-Auchan, l'Antitrust dà il via libera

Trentatre mercati locali in cui sterilizzare la concentrazione di concorrenza. Fatto questo l'operazione Conad-Auchan può andare avanti: è quanto ha deliberato l'Antitrust nell'ultimo bollettino (clicca qui per leggerlo). Arriva il semaforo verde dell'autorità e, rispetto ai 147 negozi considerati inizialmente in sovrapposizione, il conto si fa più leggero e la strada più chiara.

Con il documento pubblicato nei giorni scorsi si autorizza quindi l'acquisizione dell'intero capitale sociale di Auchan da parte di Bdc, società veicolo appositamente costituita e controllata da Conad.

L'Antitrust negli ultimi mesi ha condotto un'ampia istruttoria, sentendo esperti e retailer, discount compresi. "L’istruttoria in oggetto ha permesso di appurare che la concentrazione in esame ha comportato la creazione o il rafforzamento della posizione dominante della Parte (Conad, ndr) in 33 mercati locali della vendita al dettaglio di prodotti alimentari e non alimentari di largo consumo (4 superette, 19 super e 10 iper)".



Su queste zone, da Roma alla Romagna, Conad deve intervenire per sterilizzare "gli effetti anticoncorrenziali e a salvaguardare efficacemente l'operatività del confronto concorrenziale". L'Antitrust vuole evitare posizioni dominanti e per questo ha disposto che per autorizzare l'operazione le parti in causa devono cedere "a un soggetto terzo e indipendente, attivo nella distribuzione al dettaglio di prodotti alimentari e non". L'Autorità ha individuato un totale di 29 punti vendita, 14 a un soggetto entro una determinata data e poi un altro lotto di 15.

L'integrazione tra Conad e Auchan, intanto, va avanti: sugli ipermercati la riconversione verso Spazio Conad continua (clicca qui per leggere la notizia), con un ripensamento del ruolo dei freschi, ortofrutta in primis. Come ricorda il quotidiano ItaliaOggi, in autunno, invece, si metterà mano alla rete dei negozi di prossimità per poi arrivare a un nuovo portale e-commerce.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: