eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 9 aprile 2020


Sicilia, aumento del 20% sulle tariffe di trasporto

I prezzi dei prodotti ortofrutticoli sono osservati speciali. La tendenza all'aumento, che si registra negli ultimi giorni e che è in gran parte dovuta agli effetti delle misure per contenere il coronavirus, sta preoccupando diversi operatori. E per il futuro è lecito attendersi nuovi incrementi.

In settimana, per esempio, importanti aziende dell'autotrasporto della Sicilia Sud Orientale - patria dell'orticoltura - hanno deciso di aumentare le tariffe del 20% fino al 30 giugno. La decisione è stata presa per cercare di coprire i costi dei rientri a vuoto dei mezzi, una conseguenza delle misure d'emergenza che hanno bloccato la produzione di beni non di prima necessità.



La logistica soffre, la logica sottesa all'aumento delle tariffe si può ben comprendere, le difficoltà degli autotrasportatori sono note... Ma come ricordavamo nei giorni scorsi (clicca qui per leggere l'articolo), in questo periodo servirebbe un po' di prudenza prima di rifugiarsi nell'aumento dei prezzi. Anche perché se tutti gli anelli della filiera procedessero ad incrementi del 20%, al consumatore finale arriverebbe una bella sberla... E visto il contraccolpo economico dell'emergenza, siamo così sicuri che gli italiani possano continuare ad acquistare ortofrutta a prezzi via via crescenti? Il rischio - non oggi ma domani - è che da trasportare finisca per esserci poco.

L'emergenza andrebbe affrontata insieme, in una logica di vera filiera, pensando ancor più di prima a chi il prodotto ortofrutticolo lo deve acquistare. Per far questo serve coraggio e responsabilità.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: