eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 4 marzo 2021


Dalle baby-leaf alle teens, la meccanica c'è

Una via di mezzo tra le baby leaf e il classico cespo di lattuga: nel mondo degli ortaggi a foglia si sta facendo largo un nuovo concept, quello delle teens, piccoli cespi tra 80 e 100 grammi che crescono con un ciclo di 35 giorni e possono essere coltivate in sistemi fuorisuolo automatizzati. Una soluzione su cui sta lavorando l'azienda belga Hortiplan, ad esempio, convinta che le teens possano offrire convenienza sia al produttore che al consumatore, ovviamente sotto diversi punti di vista: le rese sono superiori rispetto alle baby leaf e le foglie più robuste consentono una shel-life maggiore del prodotto.



La tecnologia, però, ha un ruolo importante anche nella fase della raccolta. E qui entra in gioco l'azienda italiana Ortomec, specializzata nelle soluzioni di raccolta meccanica degli ortaggi a foglia, che con la sua 1500 ha sviluppato un modello appositamente per il floating system.

"Per prodotti come le teens è importante essere precisi sul punto di taglio, perché quando effettuato appena sopra il torsolo i cespi si separano in singole foglie - spiega Nicola Gallo, responsabile commerciale dell'impresa veneta - Come Ortomec da tempo abbiamo approcciato la meccanizzazione della raccolta nel fuorisuolo: alcuni operatori di questo settore si erano rivolti a noi diversi anni fa per meccanizzare la loro raccolta ma poi il mercato di queste speciali coltivazioni si spense. Oggi, invece, il floating system sta crescendo a ritmi importanti, sta diventando una realtà ormai consolidata, e noi accompagniamo in questa crescita le aziende produttrici di tutto il mondo con le nostre tecnologie".



Il modello di punta della Ortomec per meccanizzare la raccolta fuori suolo su seminiere in polistirolo o altri contenitori è la 1500. "Si tratta di una raccoglitrice composta da un nastro trasportatore per la movimentazione del polistirolo, una testata di taglio e raccolta ed un terzo nastro per la gestione del prodotto raccolto. Altezza di taglio, velocità della lama e dei nastri sono tutti regolabili al fine di adattarsi ad ogni specifica situazione - illustra Gallo - Un quadro elettrico governato da un pannello di controllo gestisce tutto il funzionamento della macchina, costruita interamente in acciaio inox, così come il robusto telaio portante su ruote. E' agevole nello spostamento all’interno della serra, la 1500 può essere sviluppata e modificata in base alle caratteristiche del prodotto da raccogliere e alle esigenze del cliente: come tutte le soluzioni Ortomec è personalizzabile nelle funzionalità e nei dettagli. Naturalmente questa macchina usufruisce di tutte le soluzioni tecniche di raccolta studiate e progettate negli anni per le macchine di raccolta tradizionali - conclude Nicola Gallo - ed è quindi adatta per la raccolta di colture come baby leaf, teens, multifoglie e piante aromatiche".

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: