eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 22 aprile 2021


«Agrumi, ecco le varietà più innovative»

Ha la stessa pezzatura del clementino ma con una scorza più grossa e, tutti gli anni, i suoi frutti assumono una colorazione che va dall’arancio scuro fino al nero. Stiamo parlando del clementino rubino, pianta coltivata da Agrumi Lenzi, vivaio di Pescia (Pistoia) che vanta una produzione di più di 500 varietà di agrumi e frutti di origine asiatica, coltivati in 5mila metri quadrati di serre e mille metri quadri di nursery.

“Il caratteristico colore rosso da cui deriva il nome di questo frutto è derivato dalla presenza di antiossidanti - spiega a Italiafruit News il titolare dell’azienda, Maurizio Lenzi – si tratta di una pianta simile al clementino normale ma decisamente più vigorosa, rustica, che regge bene il gelo fino a temperature pari a 5 gradi centigradi sotto zero. E’ una pianta molto produttiva e la sua vegetazione assomiglia a quella del clementino, se non fosse per le spine”.


Un particolare del clementino rubino

Dal gusto dolce come il clementino, quello rubino si presta sia per il consumo fresco che per le spremute. “I consumatori apprezzano questo prodotto e la domanda è buona – commenta Lenzi – al momento ne abbiamo circa 500 piante e in futuro incrementeremo sicuramente la produzione”. Le piante sono vendute attraverso il sito aziendale, tramite la vendita diretta in azienda e nelle mostre finché è stato possibile. “Durante il lockdown la vendita online, già attiva da 15 anni, ha conosciuto una buona crescita”, commentano dall’azienda.


L'Orangequat variegato prodotto dall'azienda

Un altro frutto dalla forma del tutto particolare coltivato dall’azienda Lenzi è l’Orangequat variegato. “I suoi frutti di colore arancio assomigliano al mandarino cinese anche se sono più grossi e sulla buccia presentano diverse striature – specifica il vivaista – anche in questo caso si tratta di una varietà vigorosa, che fruttifica senza difficoltà”. I frutti dell’Orangequat variegato vengono consumati freschi oppure canditi e la sua domanda è in crescita, tant’è che l’azienda ne ha incrementato la produzione.


L'arancio amaro scannellato

Tra gli agrumi dai tratti non propriamente tradizionali spiccano anche l’arancio amaro scannellato, l’arancio amaro turco e diversi frutti di origine giapponese come il kaffir lime, il sudachi o il mandarino cabosu.
“Siamo appassionati di questi frutti e ci piace poter offrire un assortimento vasto – conclude Lenzi – in questo modo riusciamo ad accontentare una fascia sempre più ampia di amatori di piante e della cucina, che si divertono a sperimentare con ingredienti e ricette orientali”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: