eventi
FIERAGRICOLA 
Verona
2-5 Marzo 2022
FRUIT LOGISTICA 
Berlino,
5-7 Aprile 2022
MACFRUT 
Rimini,
4-6 Maggio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

martedì 16 novembre 2021


L'uva «migliora» il microbiota intestinale

Il consumo di uva favorisce il microbiota intestinale ed il metabolismo del colesterolo. Lo ha scoperto un nuovo studio clinico pubblicato sulla rivista scientifica Nutrients e condotto presso l'Università della California a Los Angeles.

Il test in questione, guidato dal ricercatore principale Zhaoping Li, ha riguardato un gruppo di pazienti sani che, per quattro settimane consecutive, hanno seguito una dieta a basso contenuto di fibre e polifenoli e consumato tutti i giorni una tazza e mezzo di uva

I risultati hanno messo in luce un aumento della diversità microbica, misurata dall'indice di Shannon, parametro comunemente usato per misurare la diversità delle specie nel tratto intestinale. Tra i batteri benefici che sono aumentati c'era Akkermansia, un batterio di grande interesse per il suo effetto benefico sul metabolismo del glucosio e dei lipidi, nonché sull'integrità del rivestimento intestinale.



E’ stata inoltre osservata una diminuzione del colesterolo nel sangue. Il colesterolo totale è sceso del 6,1%, mentre quello “cattivo” (Ldl) è calato del 5,9%. Gli acidi biliari, che sono legati al metabolismo del colesterolo, sono diminuiti del 40,9%.

"Abbiamo scoperto che l'uva ha un effetto benefico sui batteri intestinali. Questa è un'ottima notizia, dal momento che un intestino sano è fondamentale per stare bene – afferma il ricercatore Zhaoping Li – Questo studio approfondisce le nostre conoscenze sull’uva e amplia la gamma dei suoi benefici salutistici, consolidando anche i vantaggi per la salute del cuore con l’abbassamento del colesterolo”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Uva

Altri articoli che potrebbero interessarti: