eventi
FIERAGRICOLA 
Verona
2-5 Marzo 2022
BIOFACH 
Norimberga,
15-18 Febbraio 2022
FRUIT LOGISTICA 
Berlino,
5-7 Aprile 2022
MACFRUT 
Rimini,
4-6 Maggio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

giovedì 9 dicembre 2021


Proteine vegetali, in Inghilterra un'azienda dedicata

Sorgerà a Lincolnshire in Inghilterra il primo impianto mondiale di estrazione di proteine vegetali. A chiedere il permesso per costruirlo, secondo la testata Fruitnet.com, è stata l’azienda Naylor Farms, uno dei più grandi produttori europei di cavolo cappuccio. L’obiettivo è quello di trasformare i cavoli in nuovi ingredienti proteici vegetali funzionali e innovativi.

Ogni settimana Naylor Farms produce circa 2 mila tonnellate tra cavoli interi, foglie e ritagli, tutti riutilizzabili per la produzione di ingredienti proteici tramite un processo di estrazione a freddo brevettato dall’azienda.

 

Il Ceo di Naylor Nutrion, Simon Naylor ha dichiarato: “È sempre stata nostra ambizione utilizzare l'intero raccolto di cavoli e trasformarlo in un prodotto alimentare altamente nutriente e sostenibile. Abbiamo lavorato duramente per sviluppare e perfezionare un nuovo processo di estrazione a freddo delicato che può essere utilizzato per creare un'ampia gamma di prodotti alimentari funzionali da proteine più ingredienti”.

E ha aggiunto: “Il mondo ha una crescente richiesta e desiderio di cibo di qualità e sostenibile a base vegetale e per fornirlo, dovremo coltivare colture con benefici funzionali positivi ma senza impatto ambientale negativo, come succede per la soia. Il cavolo è invece completamente tracciabile dal campo al consumatore, sostenibile e relativamente semplice da coltivare con un alto rendimento. Questa struttura innovativa viene costruita sulla nostra terra in modo da ridurre la distanza tra la raccolta e la lavorazione”.

 
Hamburger a base vegetale

La notizia è di grande interesse, considerato che la proteina dei piselli finora utilizzata come base vegetale per gli hamburger, è minacciata dalla siccità: una situazione che incide su prezzi e disponibilità del prodotto.

Naylor aggiunge; “Si prevede che il mercato vegetale varrà 74,2 miliardi di dollari entro il 2027, quindi c'è un enorme potenziale per costruire siti di estrazione a base vegetale in tutto il mondo nei prossimi 5-10 anni. Saranno in grado di riutilizzare un'intera gamma di verdure, non solo cavoli, che risponderanno all'appello del mondo per un cibo a base vegetale sano e sostenibile".

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: