eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

giovedì 14 aprile 2022


Lidl punta sull'avocado italiano

Si fa un gran parlare di italianità che ormai le produzioni di esotico italiano non fanno più una gran notizia: avocado, mango e passion fruit – coltivati soprattutto in Sicilia e Puglia – stanno lottando per superare lo status di nicchia. Se inizialmente la loro commercializzazione è avvenuta prevalentemente online e attraverso qualche dettagliante specializzato, ora soprattutto per l'avocado i volumi sono sufficienti per servire anche la distribuzione moderna.

E tra le catene più attente all'esotico italiano in questo momento troviamo Lidl. Il discount tedesco, che ormai da tempo ha intrapreso un percorso di valorizzazione di frutta e verdura italiana tanto da diventare il fornitore ufficiale della Nazionale di Calcio, attualmente sta dedicando spazio a scaffale per questa referenza.



In particolare il retailer ha in assortimento l'avocado Hass di Sicilia Avocado, impresa di Giarre (Catania) che nella terra degli agrumi ha diversificato con questa referenza esotica. Il vassoio in cartoncino con due frutti di prima categoria (peso garantito 320 grammi) è proposto a un prezzo al dettaglio di 2,99 euro. Vale a dire un prezzo al chilo di poco sopra i nove euro, comunque competitivo con il prodotto di importazione.

La scorsa settimana abbiamo visitato oltre trenta punti vendita della distribuzione moderna nel Centro-Nord Italia, negozi di diverse insegne, ma solo da Lidl abbiamo trovato in vendita avocado italiano. Un dettaglio? Forse. Ma sicuramente un segno di come per la catena distributiva il tricolore sia veramente un faro ed un elemento di segmentazione per la categoria dell'esotico. Una referenza che dà valore alla proposta dell'ortofrutta e che strizza l'occhio a un'offerta premium piuttosto che da discount.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: