eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 20 dicembre 2012


CONSORZIO DI TUTELA DEL LIMONE DI SIRACUSA IGP: NUOVO CDA E PRODOTTO DESTINATO ALL'INDUSTRIA ORA CERTIFICABILE

L’assemblea dei soci del Consorzio di Tutela del Limone di Siracusa IGP ha eletto all’unanimità il nuovo Consiglio di Amministrazione.
Riconfermati tra i produttori Fabio Moschella, Susanna Corvaja, Giovanni Conigliaro e, tra i confezionatori, Giuseppe Campisi (Opac). Nuovi eletti: Chiara Lo Bianco, Alessandra Campisi, Tommaso Caruso (Agricoop Bio), Sergio Mazzara, Francesco Ancona (Agrinova Bio).
Il nuovo CdA resterà in carica per i prossimi tre anni ed eleggerà a breve il nuovo presidente del Consorzio.
È  stata un’assemblea molto partecipata che ha provveduto peraltro a deliberare la modifica del disciplinare di produzione per quanto attiene la possibilità di certificare anche il prodotto destinato all’industria dei succhi, delle bevande, dei liquori, dei gelati e della pasticceria.
Il Consorzio vive un momento di intensa attività. Dopo il convegno tenuto a Bergamo con l’Istituto Mario Negri sulle virtù terapeutiche del limone e la partecipazione al salone del Gusto di Torino si è tenuto in questi giorni un educational organizzato dal Gambero Rosso con la partecipazione di giornalisti del Corriere della Sera, Ansa, La Madia, RAI, Capital, La 7. La due giorni ha consentito ai giornalisti di assistere alla processione di Santa Lucia dai balconi di Borgia del Casale, visitare i limoneti di aziende associate al Consorzio ed un centro di lavorazione del limone.
Lorenzo Guzzardi della Sovrintendenza Archeologica di Siracusa ha poi fatto da guida lungo il percorso ipogeico di piazza Duomo e nelle visite al Caravaggio di Santa Lucia alla Badia, Villa del Tellaro e centro storico di Noto.

Fonte: Bianca Vela


Altri articoli che potrebbero interessarti: