eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

Sana Restart lunedì 12 ottobre 2020


Sana, un Restart che fa discutere

L'edizione della ripartenza tra luci ed ombre: Sana Restart, che si è svolta da venerdì a ieri a Bologna, è stata la prima rassegna organizzata in presenza nel quartiere bolognese e il primo appuntamento fieristico d'interesse per il settore ortofrutticolo dopo i lunghi mesi del lockdown. "Quella di riprendere è stata una decisione difficile, presa con senso di responsabilità nei confronti dei nostri interlocutori, condivisa con i grandi organizzatori fieristici di cui ospitiamo gli eventi di riferimento internazionale", ha spiegato all'inaugurazione il presidente di BolognaFiere Gianpiero Calzolari.


 
Gli oltre 900 espositori dell'edizione 2019 si sono ridotti a circa un quarto, con stand e padiglioni fortemente ridimensionati che hanno restituito l'immagine di un evento organizzato in una situazione eccezionale, lodevole per alcuni, meno per altri. "Una fiera sottotono e non poteva essere diversamente", commentava venerdì mattina, a poche ore dall'apertura, l'amministratore delegato del Ccpb Fabrizio Piva. "Non è il periodo migliore per partecipare a fiere in presenza; in un momento in cui siamo tornati sotto pressione con numeri di contagi in crescita e le decisioni del governo che dimostrano la necessità di agire con la massima cautela, trovo fuori luogo un evento fisico di questo livello. E se va riconosciuto agli organizzatori l'impegno di fare e proporre spunti anche innovativi, va detto che in questo momento l'impegno delle aziende è rivolto a garantire le condizioni di sicurezza al loro interno, operando tra mille difficoltà". 



La concorrenza di B/Open, il nuovo Salone in programma a Verona a fine novembre, può aver in qualche modo forzato la mano? Fatto sta che per alcuni la maggiore rassegna fieristica dedicata al bio si sarebbe potuta posticipare al 2021 continuando magari a coinvolgere gli operatori a distanza. "Macfrut - conclude Piva - si è inventata un format nuovo e, con tutti i limiti e difetti della formula digital, la proposta ha dimostrato di avere senso, evitando rischi e disagi".


Ieri gli organizzatori hanno comunicato che sono state oltre 10mila le presenze (erano state 31mila nella precedente edizione) all’evento organizzato da BolognaFiere, in collaborazione con FederBio e AssoBio, con il supporto di Ita - Italian Trade Agency e i patrocini del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bologna e dell’Ordine dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Bologna. Gli organizzatori definiscono "premiante la decisione di affidare il ruolo di apripista al comparto del biologico e del naturale, strategico per l’economia e decisivo per le politiche di sviluppo sostenibile del sistema Paese". La tre giorni ha gettato le basi per il prossimo evento che si terrà a settembre del prossimo anno

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: