eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 10 marzo 2021


Ecco il concime che rivoluziona la nutrizione

I concimi complessi negli ultimi anni stanno riscuotendo sempre più successo fra gli agricoltori di tutto il mondo. Infatti, la possibilità di distribuire più elementi nutritivi in un unico passaggio rappresenta un vantaggio notevole, sia in termini di efficienza nutrizionale che di contenimento dei costi.

Normalmente i concimi complessi presenti in commercio non sono altro che una miscela di diversi elementi nutritivi sviluppati dalle aziende per ottenere le titolazioni più adatte in funzioni dei diversi utilizzi.

ICL ha scardinato il concetto di concime complesso lanciando sul mercato un prodotto mai visto fino ad ora: Polysulphate. Qual è la novità? Il concime è costituito da un minerale naturalmente presente in natura, la Polialite, che contiene al suo interno Zolfo, Potassio, Magnesio e Calcio, quattro fra i nutrienti più importanti per le colture agricole.



“Polysulphate è estratto nel Regno Unito, in una miniera di nostra proprietà che si trova a più di 1.000 metri sotto il Mare del Nord, al largo della costa del North Yorkshire - spiegano dall’azienda - Questo ci permette di controllare l’intera filiera garantendo un concime granulare di alta qualità, facilmente assimilabile dalle piante. Inoltre, essendo del tutto naturale, è consentito in agricoltura biologica, fornendo agli agricoltori un’arma valida per la nutrizione, in un ambito spesso carente di concimi minerali veramente efficaci.”

Polysulphate trova impiego in tutte le colture agricole, ed in ambito ortofrutticolo è particolarmente consigliato per le specie esigenti di zolfo, come le Brassicacee (cavoli e cavolfiori per esempio) e le Liliacee (aglio e cipolla). Inoltre, favorisce l’assorbimento dell’azoto ed è indicato per le piante sensibili al cloro, grazie al ridotto contenuto di questo microelemento dannoso per le piante.

“I vantaggi nell’utilizzo di Polysulphate sono molteplici - affermano da ICL - Test compiuti in diverse zone del mondo evidenziano un aumento dei raccolti ed un miglioramento nella salute e nella vigoria delle piante, con riflessi benefici sulla qualità della produzione. Il prodotto è adatto per essere usato singolarmente o in miscela, anche con concimi complessi. Non dimentichiamo inoltre, come Il rilascio prolungato nel tempo di Polysulphate riduca i rischi di dilavamento e apporti effettivamente i nutrienti essenziali alle piante durante le fasi di crescita.”



“Gli ottimi risultati fino ad ora ottenuti sono uno stimolo per migliorare ulteriormente le performance di Polysulphate, tanto che nel corso dell’anno introdurremo nuove granulometrie e formulazioni, sempre più confacenti alle esigenze dei produttori”, concludono dall’azienda.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: