eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 18 marzo 2021


Peperoni, il buco produttivo durerà fino ad aprile

Il buco produttivo dei peperoni siciliani fa alzare i prezzi alla produzione. Nell’isola sta ormai terminando la campagna della zona di Licata, che solitamente domina il mercato da novembre a febbraio, mentre è appena iniziata quella del Ragusano, con volumi ridotti. "Si prevede che l’offerta rimarrà contenuta fino ad aprile”, dice a Italiafruit News Edoardo Carmisciano, responsabile commerciale della ditta Exporto, specializzata nel commercio all’ingrosso di ortaggi siciliani. 

“Già da 15 giorni, i prezzi dei peperoni sono saliti dopo una campagna invernale poco soddisfacente per i produttori, caratterizzata da valori modici intorno all’euro il chilo. Ora, finalmente, si spuntano oltre i 2 euro il chilo col prodotto giallo e 1,5-1,8 euro con quello rosso. La situazione produttiva sarà diversa nel prossimo mese di aprile, in quanto un po’ tutte le zone della Sicilia dovrebbero entrare in produzione verso la fine di marzo”.

Questo è un periodo positivo non solo per i produttori di peperone, ma anche per quelli di pomodoro ciliegino rosso e di melanzane, come osserva Carmisciano. “Nel corso dell’ultima settimana, i magazzini di lavorazione si sono riversati al Mercato di Vittoria per acquistare il ciliegino, facendo alzare i prezzi fino a medie di 1-1,2 euro il chilo, con punte di 1,4-1,5 euro per le partite di maggior qualità”.



“Anche le quotazioni delle melanzane lunghe e tonde, dopo diverse settimane di difficoltà, stanno aumentando grazie alla maggiore richiesta: attualmente, la merce si attesta intorno ai 0,8 euro il chilo”.

Regna invece la confusione per il pomodoro grappolo, tipologia pesantemente colpita dalla nuova virosi del Tomato Brown Rugose Fruit Virus (ToBRFV). “Malgrado la produzione sia ridotta, il grappolo spunta prezzi medi di 0,7-0,8 euro il chilo sulla piazza di Vittoria. Si tratta di valori bassi per la scarsissima quantità disponibile”.

Resta in difficoltà pure il carciofo, sia Violetto che Romanesco. “I produttori di capolini siciliani speravamo in un secondo ciclo colturale con una buona risposta dei Mercati all’ingrosso italiani. Purtroppo, però, non sarà una Pasqua felice”. 



Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: