eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 31 marzo 2021


Il boom di Reveg Fruit sul Financial Times

Reveg Fruit si conferma tra le Pmi ortofrutticole più dinamiche: già inserita nell'elenco dei "Leader della crescita" - graduatoria curata da "Il Sole 24 Ore" tra le aziende che tra il 2016 e il 2019 hanno ottenuto il maggior balzo di fatturato, in cui si era posizionata al 71esimo posto - la società milanese specializzata nell'ingrosso di frutta e verdura top quality ha valicato i confini nazionali, collocandosi al 279esimo posto nella classifica del Financial Times tra le mille aziende europee che hanno registrato più crescita economica.



Nel periodo 2016/19, Reveg Fruit ha fatto segnare un tasso di incremento assoluto del 548,9%, con entrate pari 1,8 milioni di euro, contro i 284 mila euro del 2016, anno di nascita dell'impresa gestita dai fratelli Alexandro, Lorenzo ed Elena Regiroli. E ciò è valso l'ingresso nella classifica dell'autorevole giornale inglese.

Dopo un 2020 di consolidamento, il sodalizio punta a crescere ulteriormente: oggi dispone di un magazzino di 2mila metri quadri appena fuori l'Ortomercato milanese e gestisce uno store aziendale in pieno centro città. Qualità e sostenibilità le parole d'ordine, perseguite selezionando i fornitori sulla base della capacità di proporre referenze di alta gamma. 



Reveg Fruit lavora con una primaria catena della Gdo ed è protagonista online con il big dell'ecommerce: i suoi prodotti sono infatti in vetrina su Amazon.

Una realtà familiare attiva da quattro generazioni nell'ingrosso ortofrutticolo che ha deciso di ampliare il raggio d'azione suddividendo i compiti: Alexandro Regiroli si occupa di Gdo, mentre Lorenzo segue il negozio di Corso Vercelli più l'Horeca - che vale un 10% circa del business, ora  in standby per l'emergenza sanitaria - ed Elena le vendite online. "Trattiamo prevalentemente prodotti Made in Italy top ma anche frutta e verdura d'importazione europea, prevalentemente da Belgio, Spagna e Paesi Bassi con le stesse caratteristiche qualitative: dall'Olanda acquistiamo anche alcune referenze d'oltremare", hanno spiegato i soci a Italiafruit News.



"Il core business è rappresentato  dalla Gdo che riforniamo di prodotti confezionati con elementi compostabili sia nel pack che nelle etichette: la nostra è un'anima green che ci ha permesso di ottenere in tre anni un buono sviluppo commerciale". 

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: