eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 16 giugno 2021


De Castro: «La qualità non è sufficiente per fare reddito»

L’imminente nascita dell’Aop sulle pere emiliano-romagnole (clicca qui per leggere la notizia), “aperta” anche a non Op, è il primo passo per avere una filiera concretamente più organizzata ed orientata al mercato. Un modello per l’intero settore frutticolo italiano, dal momento che “c’è la possibilità concreta di creare un sistema organizzato, attorno alla Aop - ha spiegato l’onorevole europeo Paolo De Castro - che speriamo possa diventare un caso straordinario di successo. Perché è la prima volta che si mette in atto in Italia, e probabilmente anche in Europa, quel regolamento comunitario Omnibus su cui tanto ci siamo battuti a livello europeo. Il quale consente di gestire l’offerta, fare strategie commerciali e governare l’immissione del prodotto sul mercato”.

“Sappiamo tutti che la qualità è una condizione necessaria ma non sufficiente per poter competere. Oggi c’è bisogno di accompagnare la qualità delle produzioni agricole con la dimensione organizzata, che è condizione necessaria per riuscire a trasformarla in reddito per i produttori”.



La nuova Aop diretta a tutte le imprese di produzione e commerciali pericole dell’Emilia-Romagna è aperta a nuovi ingressi, anche se già ora rappresenta circa il 60-70% della produzione regionale. “Una volta tanto anche gli amici del comparto frutticolo del Trentino-Alto Adige, che prendiamo sempre come esempio, potranno venire in Emilia-Romagna per vedere come si utilizza questa opportunità che ci ha dato l’Europa”.

Il progetto appena presentato dal comparto pericolo della Regione del Nord è dunque “un’occasione straordinaria - ha concluso De Castro - per rilanciare un settore che ne ha passate tante” negli ultimi anni. Mi auguro che la settimana prossima avremo anche la conclusione della riforma della Pac, la quale potrà offrire altri strumenti per gestire meglio i rischi dell’attività agricola”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: