eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

giovedì 2 settembre 2021


Op Nordest, un campo sperimentale per le mele

Op Nordest, l’organizzazione di produttori delle provincie del Nord Est italiano con sede a Verona (che comprende 250 tra singole aziende agricole e cooperative ortofrutticole per un totale di 40 mila tonnellate di frutta e 15 mila tonnellate di ortaggi raccolti l’anno), ha predisposto un campo varietale, in seno al proprio progetto di sperimentazione e ricerca, presso il comune di San Martino Buon Albergo, in provincia di Verona.

Il campo varietale si compone di 30 tra selezione e cultivar emergenti di melo alla seconda foglia, con lo scopo di verificare la loro adattabilità nell’ambiente della pianura veronese. Quasi tutte le selezioni presenti sono resistenti alla ticchiolatura. Le piante sono al secondo anno di sperimentazione sui cinque previsti: si tratta dunque della prima produzione di mele. 



Nella visita, in particolare, sono state esaminate le cultivar a maturazione precoce, che potrebbero essere molto interessanti per una commercializzazione a inizio stagione e sfruttare finestre di vendita strategiche per tutti gli imprenditori di Op Nordest. 
Nel campo sono anche presenti nuove cultivar a maturazione media e tardiva, che verranno approfondite e osservate in future visite tecniche. 

Nel complesso il lavoro nel campo varietale si sta dimostrando particolarmente utile dal punto di vista del business, dato che pare – anche se al momento non è possibile esprimere considerazioni definitive – che alcune varietà siano particolarmente promettenti. 
Nonostante la gelata verificatasi in aprile abbia penalizzati alcune selezioni e la valutazione agronomica non sia stata fatta su tutte le cultivar a causa di una quantità non idonea, sono emersi “frutti” da tenere sotto stretta osservazione: per esempio, il focus sulle qualità precoci ha consentito di far emergere una Gala con buona colorazione e con parametri di maturazione ottimali. Si sta parlando di una selezione che giunge a maturazione con ben 15 giorni di anticipo rispetto alle Gala tradizionali: questo, come già indicato, rappresenta potenzialmente un notevole vantaggio competitivo per le aziende agricole di pianura.

Fonte: Ufficio stampa Op Nordest


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: