eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
EIMA
Bologna
19-23 Ottobre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 23 settembre 2021


Artisti contro le chiusure, flash mob in Gdo

La protesta degli artisti sbarca in Esselunga e Lidl. E "prende di mira" il reparto ortofrutticolo. Angelo Duro ed Emis Killa, due dei tanti personaggi del mondo dello spettacolo bloccati dalla pandemia, hanno inscenato una protesta stravagante in tre grandi luoghi - oltre ai due supermercati anche un McDonald - dove hanno dato vita a dei mini-show. La sicurezza, dopo un momento di disorientamento, è intervenuta per porre fine al flash-mob, ma intanto il messaggio è passato: gli spettacoli devono potersi svolgere in teatri al massimo della capienza.
 
La prima tappa è stata l'Esselunga milanese di Lorenteggio; qui il comico  palermitano Duro, trascinando una cassa e brandendo un microfono è salito su un pallet davanti al reparto ortofrutta dichiarando: “Non ci vediamo da un sacco di tempo, erano due anni che non mi esibivo dal vivo”. Poi rivolgendosi a un cliente: “Se lei prende un melone il mio amico Killa glielo autografa”. E qualcuno l'autografo sul melone se l'è fatto mettere sul serio (foto sotto).



"Il mio tour si è interrotto nel febbraio del 2020 e riprenderà nel marzo del 2022", ha aggiunto Duro. "Ma non importa, perché ci sono tanti supermercati, tanti autobus, tante metropolitane dove poter incontrare la gente senza le restrizioni alle quali sono sottoposti i teatri. Nei supermercati per fortuna non limitano la capienza, posso avere il pubblico al 100% e  risparmio sulla scenografia, avendo alle mie spalle un sacco di cibo a creare l'atmosfera".
Non contenti della reazione dei clienti, i due hanno deciso di spostarci in un McDonald's di fronte all'Esselunga e di raggiungere un Lidl, facendo così tre "spettacoli".



L'obiettivo dei due è quello di ridare fiato al mondo dello spettacolo: "Con questa protesta irriverente auspichiamo che i teatri possano avere lo stesso trattamento dei supermercati o delle chiese, vale a dire capienza al 100%", ha detto Killa. "Perché nemmeno raddoppiando le date riusciremmo a compensare le perdite derivanti dal fatto che l'accesso al pubblico ad oggi resta dimezzato". 

Sotto il video delle "performance" tratto dal profilo Facebook di Angelo Duro


Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Gdo

Altri articoli che potrebbero interessarti: