eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

lunedì 18 ottobre 2021


«Sfruttati e sottopagati»: braccianti in piazza

Protesta di una dozzina di lavoratori, venerdì mattina, nel Veronese, di fronte all'azienda agricola Luciano Manfrini a San Zenone di Minerbe. Ne dà notizia il quotidiano L'Arena di Verona, cui fa riferimento anche la foto. Supportati dalla sigla sindacale Adl Cobas, i braccianti hanno sostenuto di essere sottoposti da anni a "sfruttamento, discriminazione e rifiuto di dialogo da parte della proprietà". La manifestazione pacifica si è svolta lungo la provinciale 41. I contestatori erano schierati con striscione e bandiere del sindacato. Per controllare che tutto si svolgesse regolarmente, erano presenti due pattuglie della stazione dei carabinieri di Minerbe. 

"Quando alcuni lavoratori hanno compreso il trattamento a loro riservato", denuncia Adl Cobas, "hanno abbandonato Manfrini e le sue aziende per rivendicare i propri diritti a seguito di contratti irregolari, sotto pagamento e mancata liquidazione del Tfr". Secondo i Cobas, "le aziende di Manfrini sono solo la punta dell'iceberg: è un sistema diffuso contro cui si sta facendo molto poco. I produttori si lamentano dei prezzi bassi della grande distribuzione ma negano ai dipendenti i diritti minimi". 

Alle accuse, la proprietà replica facendo parlare i suoi dipendenti. "Conosco i manifestanti, gente che lavora qui anche da 10 anni: se fosse vero ciò che dicono si sarebbero licenziati molto prima", ha detto a "L'Arena" Hamid. "Sono solo cattiverie, qui lavorano 80 persone veniamo pagati regolarmente", aggiunge Fouad. Ma Manfrini rivendica: "Se c'è un problema andremo di fronte ad un giudice che stabilirà chi ha ragione. Ho aiutato economicamente molti di quelli che ora manifestano, perché si comprassero l'auto o la casa e senza vedermi restituito nulla: qui nessuno viene sfruttato". La manifestazione di Adl Cobas si è poi trasferita dall'azienda in centro a Minerbe dove i braccianti hanno distribuito volantini per informare la gente della loro situazione.

Fonte: L'Arena


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: