eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

lunedì 10 gennaio 2022


«Golden, ecco perchè continuiamo a crederci»

“La Golden è la mela che fa la differenza sulle altre, che distingue i produttori della Val di Non da quelli di altre zone”. A dirlo a Italiafruit News è Luca Paternoster, titolare dell’azienda La Deliziosa di Sanzeno (Trento), insieme al fratello Emanuele.

Luca Paternoster

I produttori credono al 100% in questo frutto dalle caratteristiche organolettiche uniche, tanto da dedicarle la quasi totalità della superficie (otto ettari) e solo in parte ad altre varietà minori come Stark Delicious, Gala, Renetta e Fuji.

“La Golden è sempre la mela regina del nostro territorio, sia per qualità che per bontà – sottolineano i produttori. Siamo convinti che il nostro territorio riuscirà a distinguersi da altri areali proprio grazie alla Golden, su altre varietà non stiamo nemmeno a concentrare le nostre forze”.



Nessuna conseguenza quest’anno per le mele a livello climatico. “In alcune zone della Val di Non si sono registrati diversi fenomeni di gelo primaverile e di grandinate, da noi per fortuna no e i frutti sono riusciti a mantenere intatto il loro livello qualitativo  – commentano i produttori – al momento le temperature fredde sono nella norma, vedremo cosa succederà in primavera quando il termometro scenderà sotto le zero”.



Le mele de La Deliziosa sono commercializzate ai principali mercati all’ingrosso del nord Italia. “I nostri quantitativi al momento non ci permettono di dialogare con la Gdo – dicono i fratelli Paternoster – ma preferiamo puntare sulla qualità del prodotto, il vero fattore di fidelizzazione per i nostri clienti”.



I produttori descrivono l’attuale trend di mercato come ‘bloccato’ per l’incertezza Covid. “Non si registrano più le richieste tipiche del periodo natalizio e le vendite inizieranno ad aumentare probabilmente da fine gennaio, per poi continuare alte a marzo e aprile” concludono i produttori.



Copyright 2022 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: