eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

giovedì 13 gennaio 2022


Spremuta a colazione per l'8% degli italiani

Quasi 1 italiano su 5 (18%) consuma abitualmente in piedi per casa la colazione e il 14% dedica al primo pasto della giornata tempi da cronometro (meno di 5 minuti) accreditandosi come un "campione di velocità".

E' quanto emerge da un'indagine Everli (marketplace della spesa online) condotta tra i propri utenti per svelare le abitudini degli italiani in tema di colazione casalinga. Il motivo del poco tempo dedicato alla prima colazione è addebitato dagli analisti al fatto che la settimana "può essere caotica per il serrato susseguirsi di impegni lavorativi e familiari".

Nel weekend - secondo i risultati dell'indagine, il tempo per la colazione sembra invece migliorare: sabato e domenica oltre la metà degli italiani (52%) dedica più tempo al consumo del primo piatto della giornata, consumandola da seduto (19%) e preparandola in maniera più curata (12%). I dati dello studio di mercato registrano inoltre che 9 italiani su 10 fanno abitualmente colazione e, al mattino, nonostante la fretta, non rinunciano a bere qualcosa: vince il caffè (52%), anche se nella loro routine non mancano tè (35%), latte (19%), succo di frutta (17%) e spremute (8%).

Per quanto riguarda la scelta del cibo la colazione dolce vince su quella salata: sono infatti davvero pochi i sostenitori di affettati (2%) e formaggi (1%) contro una maggioranza che opta per i tradizionali biscotti (55%), fette biscottate (15%) e brioches (13%). Per oltre 3 italiani su 4 (76%) migliorare la colazione rientra tra i buoni propositi del 2022. In particolare la maggior parte dichiara di voler mangiare con più calma (42%), seguono il desiderio di assemblare in modo più healthy cibi e bevande (15%), introdurre nuovi prodotti più salutari (12%) e dedicare più tempo alla preparazione del cibo (10%).

Fonte: Ansa


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: