eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 18 marzo 2022


«Mele, troppe varietà: difficile venderle tutte»

L’innovazione varietale corre veloce e il consumatore ha a sua disposizione sempre più prodotti, suddivisi in base a colori, gusti e altre caratteristiche. Ma questa offerta in continua crescita rappresenta anche un'eccessiva frammentazione per il mercato. Succede ad esempio per le mele: “Ci sono tantissime varietà di mele ma il consumo di questo frutto è dimezzato”. A dirlo a IFN è Danilo Papetti, storico imprenditore attivo al mercato di Brescia, che al suo stand propone oltre 20 tipologie di mele.

Mele Envy, foto di archivio

“Una volta c’erano solo la Golden, la Fuji e la Stark – continua – invece oggi ce ne sono troppe, considerate le nuove varietà: Cosmic Crisp, Envy, Pink Lady, Kanzi, Red Pop, Morgana, Ambrosia, Evelina etc. Dobbiamo capire che il consumatore non mangia dieci mele per tipo ma ne sceglie al massimo tre e generalmente tutte di un tipo”.
Tra i frutti più richiesti sul mercato al momento ci sono la Envy, la Cosmic Crisp, la Golden di Melinda e la Fuji di Marlene. ”Commercializziamo la Envy a 1,95/2,10 euro al chilogrammo – sottolinea il grossista – la Cosmic Crisp viaggia nella fascia prezzi 1,90/2 euro al chilo, mentre la Fuji e la Golden raggiungono entrambe una quotazioni pari a 1,70/1,80 euro al chilogrammo”. Tutti i prezzi sono riferiti alle mele di pezzatura medio-grossa (85/90), gli unici calibri proposti allo stand di Papetti.



Cambiando categoria, il grossista ci segnala un trend di vendita in caldo del 25/30% per il clementino israeliano Orri: “Se anno scorso ne vendevamo 20 pedane a settimana, oggi siamo bloccati a 7 – commenta – vendiamo i frutti di calibro 1 a 2 euro al chilogrammo mentre il prodotto premium raggiunge anche i 2,50/2,60 euro al chilogrammo”.
Rimanendo nella categoria agrumi, Papetti commercializza anche le arance: si parte da 0,85/0,90 euro al chilogrammo per un tarocco gallo di calibro 9 fino a 1,80/2 euro per un frutto di calibro 4. Diverse le quotazioni del tarocco lempso: il calibro 9 è distribuito a 1,10/1,20 euro al chilogrammo, il calibro 8 sale a 1,50/1,60 euro al chilogrammo fino al calibro 4 che è piazzato a 2,20/2,50 euro al chilogrammo.



Non brilla neanche il mercato delle fragole, i cui prezzi si sono abbassati di 1 euro al chilogrammo: “Se la scorsa settimana mancava il prodotto, ora i banchi sono riforniti – dice Papetti – ma le vendite rimangono davvero basse, probabilmente per la situazione finanziaria che stanno vivendo le famiglie italiane”.
Male anche i pomodori: “Se il pomodoro cuor di bue è fermo, il Marinda verde non va molto meglio” conclude il venditore.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: