eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 25 marzo 2022


Friuli, approvati i bandi a favore degli agricoltori montani

La Giunta del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Forestali, Ittiche con delega alla montagna, Stefano Zannier (foto sotto), ha approvato i bandi del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020 (misura 12 e 13), volti a compensare i mancanti redditi e i costi aggiuntivi per la coltivazione in montagna e quelli derivanti dal divieto di trasformare i prati in colture più redditizie.

Nel dettaglio si tratta dei bandi per l'accesso individuale alle Indennità Natura 2000 e a quelle a favore degli agricoltori delle zone montane. Sono avvisi predisposti dall'Autorità di gestione del Psr che disciplinano le condizioni di accesso ai sostegni del programma stesso.



"L'indennità della misura 12 è volta a compensare la perdita di reddito conseguente all'obbligo imposto dalle misure di conservazione, e dalla legge regionale, di mantenere inalterati gli habitat prativi di interesse comunitario, i cosiddetti prati stabili o permanenti, vietandone la conversione e trasformazione in colture agronomicamente più redditizie - ha spiegato Zannier -. Per la misura 13, l'indennità è diretta a compensare i mancati redditi e i costi aggiuntivi che derivano dalla coltivazione di suoli in montagna".

I prati stabili o permanenti rappresentano un elemento caratterizzante il paesaggio agrario friulano tradizionale e costituiscono elementi essenziali per il mantenimento della biodiversità. Le perdite e le maggiorazioni sono quantificate attraverso un confronto dei costi e dei redditi delle aziende attive nella zona svantaggiata con i costi e i redditi verificati in analoghe aziende operanti in area non svantaggiata.

Zannier ha poi ricordato le modifiche introdotte dal Programma di sviluppo rurale sulla misura 12 relative all'indennità ai prati stabili, rendendola compatibile con la domanda unica della Politica agricola comune (Pac).

"L'incompatibilità con il cosiddetto "greening", ovvero il mantenimento dei prati permanenti, ricompreso tra gli obblighi della Pac - ha spiegato - aveva rappresentato infatti il principale limite all'adesione a questo strumento nella versione precedente alla modifica. La rivisitazione rende quindi la misura cumulabile con chi presenta la domanda unica della Pac, ampliando in questo modo notevolmente il bacino di utenza".

L'indennità può andarsi a sommare alla misura riguardante la tutela della biodiversità dei prati e dei prati stabili o quella relativa all'agricoltura biologica.

Entrambi i bandi prevedono un sostegno annuale a favore dei beneficiari che, per la misura 12, sono i soggetti pubblici e privati in possesso di fascicolo aziendale, lo strumento informatico che gestisce i rapporti tra l'impresa agricola e la Pubblica amministrazione. Per la misura 13 sono invece gli agricoltori in attività nella zona montana.

Il fabbisogno finanziario per i bandi in questione è stimato in euro 750.000,00 per la misura 12 e in euro 7.500.000,00 per la 13.

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: