eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

mercoledì 25 maggio 2022


Confronto varietale per il pomodoro da industria

Quasi ultimate le attività di trapianto dei campi sperimentali previsti per l’annualità 2022 nell’ambito del progetto di ricerca applicata denominato “Progetto nazionale di confronto varietale per il pomodoro da industria e di incremento della sostenibilità ambientale della coltivazione attraverso la riduzione del consumo idrico e l’introduzione di pacciamatura biodegradabile”.
Il progetto, coordinato da Italia Ortofrutta – Unione Nazionale, con la responsabilità scientifica del CREA e con il co-finanziamento di 13 Organizzazioni dei Produttori (OP), prevede la realizzazione di: 11 campi prova di confronto varietale dove vengono testate 9 varietà innovative di pomodoro da industria e 4 campi prova dove viene testata la pacciamatura biodegradabile in sinergia con l’irrigazione deficitaria. 
I campi sperimentali sono distribuiti su tutto l’areale di coltivazione nazionale con la finalità di studiare il comportamento delle nuove varietà, delle varietà in pre-catalogo o di recente introduzione nei diversi areali e di aumentare la capacità decisionale delle OP nelle scelte di programmazione varietale e di ridurre gli input produttivi.
La dislocazione dei campi prova 2022, che prevedono la replica delle tesi sperimentali e delle varietà impiegate nel 2021, per valutare anche l’effetto dell’annata di coltivazione, è raffigurata nell’immagine riportata di seguito:



I principali risultati relativi alla precedente annualità di prova 2021 sono stati pubblicati sul numero 9/2022 de L’Informatore Agrario e sono disponibili in una versione fruibile al pubblico sul sito web dedicato al progetto (sezione media e download) che è possibile visitare anche per visionare le attività di trapianto (sezione news e comunicati): http://): https://progettoconfrontovarietale.jimdofree.com/

Fonte: Ufficio stampa Italia Ortofrutta


Altri articoli che potrebbero interessarti: