eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
EIMA
Bologna
19-23 Ottobre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

venerdì 17 settembre 2021


Pompei: «Consumi contratti anche a Roma»

Le contrattazioni di frutta e verdura nelle strutture commerciali all’ingrosso sono condizionate in negativo dalla reale situazione "esterna" della vita. “La scarsa liquidità nel portafoglio delle famiglie, che devono sostenere tante spese, dalle bollette/tasse alle spese per la scuola, va inevitabilmente a contrarre i consumi di prodotti ortofrutticoli”: così Riccardo Pompei, grossista (gruppo Erra e Ferrini) del Car di Roma, commenta l’andamento del commercio all’ingrosso di queste ultime settimane.

Settembre non è dunque partito benissimo. E “si può solo sperare che la riapertura delle scuole possa dare una maggiore spinta alle vendite” aggiunge il grossista della capitale nell’evidenziate che ieri, giovedì 16, è stata la giornata migliore da inizio mese per l’attività commerciale: “Finalmente abbiamo visto un po’ di movimento. Per la frutta, l’uva da tavola ha fatto la parte del leone: c’è stata richiesta soprattutto per le varietà Italia 2 e Vittoria, con prezzi dai 2,2 euro in giù a seconda della qualità”.


Riccardo Pompei

Per quanto riguarda le pesche, “la campagna delle produzioni di Napoli è ormai ai titoli di coda. Nel nostro Mercato sta cominciando ad affacciarsi il prodotto siciliano, che spunta anche quotazioni interessanti”. Ieri ci sono state molte richieste – rileva Pompei - per la percoca, in particolare per quella spagnola che ha registrato prezzi in rialzo attorno ai 2 euro il chilo. Il ficodindia di Sicilia si sta “vendicchiando”, con le pezzature più grandi, lavorate in padella, che si posizionano tra 2,5 e 2 euro il chilo. “Come altra frutta di stagione – prosegue – stiamo distribuendo un po’ di meloni francesi e di pere William, Red Bartlett ed Abate Fetel (spagnola). Buoni prezzi, prossimi ai 1,8-2 euro il chilo, li abbiamo ottenuti per le susine Angeleno”.

Circa gli ortaggi, per Pompei il prodotto più richiesto del periodo è il pomodoro. “Oggi (ieri per chi legge, ndr) abbiamo fatto buoni scambi con i fagioli di Cuneo, quotati tra i 2,2 ed i 2,7 euro il chilo, con i fagiolini e con carciofi e broccoli francesi. Sia le zucchine che le melenzane si stanno posizionando sotto l’euro il chilo”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: